Siria: Al-Bagdadi avvistato ad Albu Kamal

Pubblicato il 10 novembre 2017 alle 20:27 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il leader dello Stato Islamico, Abu Bakr Al-Bagdhadi, sarebbe stato avvistato nella città siriana di Albu Kamal, durante gli scontri che hanno portato alla liberazione della città, secondo quanto riferito dai media legati a Hezbollah.

Giovedì 9 novembre 2017, la Siria aveva proclamato la vittoria contro lo Stato Islamico, dopo che le forze del regime di Bashar Al-Assad, sostenute dai propri alleati, avevano liberato Albu Kamal, che costituiva l’ultima grande città sotto il controllo dello Stato Islamico in Siria. Si è trattato della definitiva sconfitta dello Stato Islamico in Siria.

I media di Hezbollah hanno annunciato la notizia dell’avvistamento del califfo venerdì 10 novembre 2017, ma non hanno fornito alcun dettaglio in merito a cosa sia successo ad Al-Baghdadi o a quale sia la fonte della notizia.

Da parte sua, la coalizione internazionale, a guida americana, che combatte contro lo Stato Islamico, ha riferito di non avere “informazioni rilasciabili” sul rifugio in cui si nasconderebbe il leader dell’ISIS.

Qualche giorno prima, fonti dell’intelligence irachena avevano dichiarato che Al-Baghdadi sarebbe fuggito in Siria dalla città di Rawa, in Iraq, a bordo di un taxi giallo, “per non destare sospetti”. La fuga sarebbe avvenuta in seguito alla liberazione della città di Al-Qaim dallo Stato Islamico, avvenuta il 3 novembre 2017.

Tali informazioni dimostrerebbero che Al-Baghdadi è ancora vivo, nonostante voci sulla sua presunta morte circolerebbero fin dalla nascita del califfato, avvenuta il 29 giugno 2014. La prima notizia della sua morte presunta risale addirittura al 10 novembre 2014, pochi mesi dopo la proclamazione del califfato. Più recentemente, il 16 giugno i militari russi avevano affermato di aver ucciso il leader dello Stato Islamico in un raid aereo che aveva colpito Raqqa la notte del 28 maggio. La coalizione internazionale, a guida americana, non ha mai confermato ufficialmente la notizia.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.