Kosovo: vertice su terrorismo

Pubblicato il 8 novembre 2017 alle 19:09 in Balcani Kosovo

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Kosovo, Hashim Thaci, ha incontrato le autorità giudiziarie e di polizia del Paese. Nel corso del vertice, il presidente ha chiesto che le autorità adottino ulteriori misure in merito alla lotta al terrorismo.

È quanto accaduto durante l’incontro del 6 novembre 2017, a Pristina. Durante il vertice, Thaci ha affrontato con le autorità kosovare il tema degli “step necessari a livello istituzionale per la lotta al terrorismo, al radicalismo e all’estremismo”.

A tal proposito, “il presidente Thaci ha chiesto alle forze dell’ordine, nel rispetto delle leggi e delle loro competenze, di adottare immediatamente misure tese a garantire un ambiente sicuro per i cittadini del Kosovo”. 

Sebbene il presidente non abbia specificato se il vertice fosse stato convocato per motivi di sicurezza, durante l’incontro Thaci ha tenuto a ricordare come il Kosovo sia non solo uno dei Paesi di origine degli estremisti, ma anche un obiettivo di attacchi terroristici.

Le dichiarazioni del presidente kosovaro giungono a meno di una settimana dalla sentenza di giovedì 2 novembre 2017 in merito agli scontri tra manifestanti e polizia avvenuti a Skopje, in Macedonia, il 9 maggio 2015. In tale occasione, le autorità macedoni avevano arrestato 37 persone che manifestavano per ottenere maggiori diritti per l’etnia albanese. Gli arrestati sono stati accusati di terrorismo per via della loro affiliazione all’organizzazione paramilitare dell’Esercito di Liberazione Albanese. Tra i condannati, molteplici sono stati i cittadini kosovari.

Subito dopo la pubblicazione della sentenza, i cittadini kosovari hanno accusato la Macedonia di aver dirottato le indagini.

Da parte sua, il primo ministro del Kosovo, Haradinaj, ha chiesto che la disputa venisse sottoposta ad arbitrato internazionale. Immediata anche la reazione del ministro degli Esteri del Kosovo, Behgjet Pacolli, che ha chiamato l’ambasciatore kosovaro presso Skopje per ottenere un parere sulla vicenda. Il ministro Pacolli ha altresì chiesto spiegazioni all’ambasciatore macedone presso il Kosovo.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.