Israele: nuove telecamere di sicurezza nella Spianata delle Moschee

Pubblicato il 8 novembre 2017 alle 18:05 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze israeliane hanno installato nuove telecamere di sorveglianza all’ingresso della Spianata delle Moschee, sito religioso musulmano situato nel centro di Gerusalemme, in sostituzione delle vecchie telecamere.

Secondo quanto riferito dal Waqf islamico, la sostituzione sarebbe avvenuta di nascosto. Il Waqf di Gerusalemme è un trust islamico che si occupa di gestire e controllare gli edifici islamici all’interno e nei pressi del Monte del Tempio, nella città vecchia di Gerusalemme, tra questi vi è la moschea di Al-Aqsa. L’ente è stato istituito dalla Giordania dopo la guerra del 1948. Il Regno Hashemita si occupa di fornire al Waqf i fondi necessari per svolgere le proprie funzioni, in base al trattato di pace del 4 maggio 1994, che riconosce alla Giordania un ruolo speciale nella gestione dei luoghi sacri musulmani di Gerusalemme.

La notizia dell’installazione di nuove telecamere di sorveglianza giunge tre mesi dopo gli scontri che si sono verificati nella Spianata delle Moschee tra israeliani e palestinesi. Tali proteste avevano avuto inizio quando Israele, in seguito all’uccisione di due soldati israeliani per mano palestinese, avvenuta il 14 luglio, aveva deciso di installare metal detector all’entrata della moschea Al-Aqsa, al fine di rafforzare i controlli di sicurezza ed evitare nuovi attacchi contro il proprio personale. Ciò aveva causato numerose proteste nel mondo arabo che aveva visto nell’installazione delle misure di sicurezza israeliane un tentativo di violare lo status quo del luogo sacro dei musulmani.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.