Albania e Italia insieme nella lotta a trafficanti e terroristi

Pubblicato il 6 novembre 2017 alle 14:09 in Albania Balcani

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro dell’Interno albanese, Fatmir Xhafaj, ha incontrato il suo omologo italiano, Marco Minniti, in occasione della conferenza bilaterale sulla lotta al narcotraffico in Albania. Nel corso della sua visita in Albania, Minniti ha firmato un accordo per rafforzare la cooperazione con il ministro albanese sui temi del terrorismo, del traffico di esseri umani e di stupefacenti.

Durante la conferenza, che si è tenuta venerdì 3 novembre, il ministro Xhafaj ha affermato che uno dei principali obiettivi del suo mandato è l’abolizione della coltura della cannabis nel Paese. In tale ambito, ha riconosciuto, “l’Italia non ci ha mai lasciato da soli”. L’Albania, infatti, da sei anni riceve l’aiuto della Guardia di Finanza che effettua sorvoli sul suolo albanese per individuare le piantagioni di marijuana.

Da parte sua, il ministro Minniti ha evidenziato che in realtà sono tre i principali problemi da affrontare nei Balcani. Il primo problema è il narcotraffico, quindi la coltivazione di marijuana. Il secondo problema è il traffico di esseri umani, quindi l’immigrazione clandestina. Il terzo problema che i Balcani si trovano a dover affrontare è invece il terrorismo. In tali ambiti, ha spiegato il ministro italiano, “c’è bisogno di una cooperazione internazionale piena e consapevole”.

In virtù di tale necessità, i due ministri dell’Interno hanno firmato un accordo per rafforzare la cooperazione tra i propri Paesi, attivando operazioni congiunte per agire prontamente contro trafficanti e terroristi. Ad entrambi, ha sottolineato Minniti, deve essere riservato lo stesso trattamento, dal momento che “dobbiamo colpire i trafficanti, le grandi organizzazioni che gestiscono il traffico, dobbiamo colpire i cosiddetti intoccabili. Perché in Europa, in Albania, in Italia, non ci sono intoccabili”.

In merito a ciò, ha dichiarato Xhafaj, il rafforzamento della cooperazione tra i due Paesi è positiva e fondamentale “perché gli obiettivi sono gli stessi”. La collaborazione tra Albania e Italia sarà quindi di natura operativa, tesa all’avvio di corsi di formazione e allo scambio di informazioni tra le Forze Armate dei due Paesi.

Le relazioni tra Italia e Albania sono forti e intense, per motivi di prossimità geografica, radici storiche e interessi economici. In linea con tali legami, il 12 febbraio 2010 i due Paesi hanno firmato la “Dichiarazione sullo stabilimento di un Partenariato Strategico”. I temi di tale cooperazione sono ciclicamente sottoposti a revisione e aggiornamento.

 Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.