Libia: 17 civili uccisi a Derna

Pubblicato il 31 ottobre 2017 alle 16:17 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Diciassette civili, per la maggior parte donne e bambini, sono morti e più di 30 persone sono rimaste ferite in un raid condotto da combattenti non ancora identificati, che ha colpito la città di Derna, situata nella Libia orientale.

In seguito all’attacco aereo, un ufficiale dell’ospedale statale di Al-Huraish, la cui identità non è stata rivelata, ha riferito che nella struttura ospedaliera è stato dichiarato lo “stato di emergenza”, mentre, da parte sua, l’Alto Consiglio di Stato libico ha convocato una sessione di emergenza del Consiglio di Sicurezza.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari, nella notte tra lunedì 30 e martedì 31 ottobre 2017, quattro attacchi aerei hanno bombardato, per circa un’ora, due fattorie situate nell’area di Al-Fatih, a est di Derna. Il bilancio delle vittime, al momento, è di 17 morti e 30 feriti, tutti civili, dal momento che nell’area non vi sono campi di addestramento o postazioni militari.

Nessuno ha rivendicato la responsabilità dell’attacco. Nonostante ciò, i testimoni hanno dichiarato che gli aerei responsabili del raid sarebbero stranieri, dal momento che quelli libici non avrebbero le capacità per condurre attacchi notturni.

Derna è una città costiera, situata nella Libia orientale, al confine con l’Egitto. La città è stata per lungo tempo sotto il controllo della Libyan National Army (LNA), con a capo il generale Khalifa Haftar. Al momento, è controllata da una coalizione di militanti islamisti e ribelli che avevano partecipato alle rivolte del 2011 in Libia, conosciuta con il nome di Derna Mujahideen Council (DMSC). Alla fine del 2014, lo Stato Islamico aveva stabilito una roccaforte nella città, ma i militanti dell’ISIS sono stati allontanati dal territorio dalla coalizione nel 2015. Secondo quanto riferito da Al-Arabiya, si tratta dell’unica città della Libia orientale che non si trova sotto il controllo delle forze del generale Haftar.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.