Criminalità organizzata: a Trieste il vertice sui Balcani

Pubblicato il 26 ottobre 2017 alle 18:06 in Balcani

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Alla conferenza conclusiva di IPA Balcani 2013, progetto Europeo sulla criminalità organizzata transfrontaliera, vengono presentati i risultati del progetto. Minniti firma accordo con Bosnia.

 Il 24 ottobre, a Trieste, si è tenuta la Conferenza conclusiva di IPA 2013, il progetto europeo per la stabilità nei Balcani occidentali, realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana. In tale occasione, alla quale hanno partecipato tutti i 7 Paesi aderenti (Italia, Serbia, Macedonia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Kosovo), sono stati presentati i risultati raggiunti dal progetto e l’Italia ha concluso un accordo bilaterale con la Bosnia.

Il progetto IPA 2013, avviato nel 2014 e finanziato dall’Unione Europea, è teso a rafforzare la cooperazione tra il corpo di Polizia italiano e quello dei Paesi dei Balcani occidentali. Le forze dell’ordine italiane forniscono il loro supporto tramite lo scambio di informazioni e la formazione dei loro partner locali. Tale collaborazione intende prevenire la crescita della criminalità organizzata transfrontaliera, responsabile del traffico di esseri umani e del contrabbando di armi e stupefacenti.

Durante la conferenza conclusiva di IPA 2013, il capo progetto, il prefetto Annapaola Porzio, ha illustrato i risultati raggiunti in questi tre anni. Nel corso del suo mandato, IPA 2013 ha condotto 55 indagini sui traffici illeciti. Le inchieste hanno portato all’arresto di 383 persone e al sequestro di beni, armi, denaro e stupefacenti. Il raggiungimento di tali risultati ha avuto come conseguenza il rinnovo del progetto nella prossima programmazione europea.

Poco prima dell’inizio della Conferenza, il ministro dell’Interno italiano, Marco Minniti, ha effettuato incontri bilaterali con i propri omologhi di Serbia, Macedonia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Kosovo. Nel corso dell’incontro con il ministro dell’Interno Bosniaco, Dragan Mektić, Minniti ha firmato un accordo bilaterale per velocizzare il rimpatrio dei migranti illegali provenienti dalla rotta balcanica.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.