Trump telefona a Xi Jinping per congratulazioni

Pubblicato il 25 ottobre 2017 alle 21:02 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese si è concluso il 24 ottobre e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha parlato al telefono con la sua controparte cinese, Xi Jinping, per congratularsi per il rinnovo dell’incarico di Xi come segretario generale del Partito.

Xi Jinping resterà in carica per altri 5 anni al timone del Comitato Permanente del Politburo del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese e, con altissima probabilità, verrà rinnovata anche la sua nomina a presidente della Repubblica. Questo è quanto il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese ha sancito ed è la ragione per cui Donald Trump ha chiamato Xi Jinping, il 25 ottobre, per congratularsi per la sua riconferma ai vertici del paese.

Il XIX Congresso ha sancito le direttive per lo sviluppo della Cina nei prossimi cinque anni, ma anche le linee guida per la politica estera del paese. Xi Jinping durante la telefonata con Trump ha affermato di voler rafforzare la cooperazione bilaterale e di essere lieto di aver presto modo di incontrare di persona il presidente degli Stati Uniti.

Donald Trump si sta preparando alla sua prima visita di stato in Asia che durerà 12 giorni e toccherà 5 paesi all’inizio di novembre, concludendosi con il vertice APEC del 13 novembre a Manila, nelle Filippine. Trump visiterà Cina, Giappone, Filippine, Indonesia e Vietnam e affronterà le questioni regionali e internazionali più pressanti. Sul tavolo dell’incontro con Xi Jinping spiccheranno temi quali la questione nordcoreana e le dispute territoriali sul Mar Cinese Meridionale.

Xi Jinping è uscito vittorioso dal XIX Congresso del Partito Comunista Cinese, la sua leadership è rafforzata e tra i neo-eletti membri del Comitato Permanente nessuno è abbastanza giovane da poter essere considerato un successore dell’attuale segretario generale in occasione del XX Congresso, nel 2022. Sono molti gli analisti a ritenere che Xi Jinping possa essere, dopo Deng Xiaoping e Mao Zedong, riconfermato per un terzo mandato come segretario generale. Xi Jinping è già passato alla storia come terzo leader della Cina ad essere nominato all’interno della carta costituzionale del Partito, insieme proprio a Deng e a Mao.

Sicurezza Internazionale quotidiano di politica internazionale.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.