Ministro israeliano in Giappone: l’Iran potrebbe diventare “Corea del Nord di domani”

Pubblicato il 24 ottobre 2017 alle 18:41 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro dell’Intelligence Israel Katz (Likud), che detiene anche la carica di ministro dei Trasporti, il 23 ottobre 2017, ha esortato il Giappone a rivedere l’accordo sul nucleare iraniano, temendo che Teheran possa seguire le orme della Corea del Nord. Katz ha incontrato il ministro degli Esteri giapponese, Taro Kono, durante una visita ufficiale in Giappone e, nell’occasione, ha detto che “l’Iran deve essere fermato, affinché non diventi la Corea del Nord di domani”.

Katz ha affermato che Giappone e Israele sono nemici della Corea del Nord, proprio come Israele è nemico dell’Iran. Il ministro ha inoltre aggiunto che è necessario impedire a Teheran di ottenere armi nucleari, che rappresentano una minaccia per la regione e per il mondo intero.

La Corea del Nord ha sviluppato significative capacità nucleari e si teme che presto sarà capace di colpire obiettivi lontani, come gli Stati Uniti. L’Iran ha anche fatto intendere che sta continuando a migliorare i suoi missili balistici.

Kono ha affermato che la minaccia dell’Iran per Israele è simile a quella della Corea del Nord nei confronti del Giappone. Ha aggiunto che il suo Paese continuerà a monitorare l’accordo sul nucleare e a prendere misure contro le attività dell’Iran che destabilizzano la regione.

Katz ha discusso con Kono la possibilità di aumentare la partecipazione giapponese in Medio Oriente per raggiungere pace e stabilità nella regione.

I due ministri intendono istituire una squadra intergovernativa per portare a termine il Piano Regionale dei Trasporti, che prevede di connettere Israele, palestinesi, Giordania, Stati del Golfo e Iraq. I giapponesi hanno mostrato grande interesse per l’iniziativa.

La visita di Katz continuerà mercoledì 25 ottobre 2017 con un incontro con l’inviato giapponese in Medio Oriente e i funzionari di intelligence.

Sicurezza internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’inglese e redazione a cura di Lucia Mecocci

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.