Siria: l’ISIS perde altre roccaforti

Pubblicato il 19 ottobre 2017 alle 20:14 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le Syrian Democratic Forces hanno preso il controllo dei villaggi di Safira e Shakra, situati nella campagna occidentale di Deir Ezzor, sottraendole al controllo dello Stato Islamico. Secondo quanto riferito da Al-Arabiya in lingua araba, si tratterebbe delle ultime due roccaforti dell’organizzazione nell’area.

All’alba di giovedì 19 ottobre 2017, le Syrian Democratic Forces hanno riconquistato i due villaggi, dopo una violenta battaglia contro i militanti dello Stato Islamico, che ha portato alla morte e al ferimento di molti elementi dell’organizzazione.

In base a quanto riportato da Al-Arabiya, a questo punto, lo Stato Islamico sarebbe completamente circondato nei quartieri della città di Deir Ezzor che si trovano ancora sotto il suo controllo.

Nel frattempo, le forze del regime di Bashar Al-Assad, supportate dai propri alleati, stanno combattendo nei pressi della città di Albu Kamal, situata al confine con l’Iraq. Sabato 14 ottobre 2017, le truppe del regime avevano liberato Al-Mayadeen dal controllo dello Stato Islamico. La città, situata nella Siria orientale, sulle rive dell’Eufrate, costituiva un importante centro militare dello Stato Islamico.

Con i progressi ottenuti nelle grandi città che erano sotto il controllo dello Stato Islamico – Raqqa e Deir Ezzor in Siria e Mosul in Iraq -, le forze che combattono contro l’organizzazione stanno concentrando le proprie forze sulla liberazione dei territori situati al confine tra Siria e Iraq.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.