Germania sospende addestramento dei Peshmerga curdi in Iraq

Pubblicato il 18 ottobre 2017 alle 8:43 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Germania ha sospeso l’addestramento dei Peshmerga curdi nel nord dell’Iraq, per via delle crescenti tensioni a Kirkuk.

Un portavoce del Ministero della Difesa tedesco ha reso noto che “gli addestramenti militari sono stati momentaneamente sospesi”, aggiungendo che gli ufficiali presenti in Iraq stanno tenendo sotto controllo la situazione, in collaborazione con gli alleati della coalizione internazionale a guida americana che bombarda l’ISIS.

Dal 2015, la Germania addestra le forze dei Peshmerga curdi in Iraq, dove ha inviato circa 150 soldati a Irbil, capitale del Governo della Regione del Kurdistan (KRG) che, il 25 settembre scorso, ha ottenuto l’indipendenza del Kurdistan dall’Iraq attraverso un referendum. Tale mossa era stata criticata dal governo di Berlino, che era intervenuto chiedendo alle autorità di Baghdad e di Irbil di dialogare per trovare una soluzione. In seguito all’esito delle votazioni, le tensioni tra l’Iraq e il Kurdistan sono aumentate e, da allora, Baghdad sta facendo pressione sui curdi affinché annullino il risultato della consultazione popolare. A tal fine, le autorità irachene hanno messo in atto una missione militare per ristabilire l’ordine, nell’ambito della quale, lunedì 16 ottobre, le forze irachene si sono riappropriate della città di Kirkuk, situata nelle aree sotto il controllo dei curdi.

Diversi attori regionali e internazionali, tra cui gli Stati Uniti, la Turchia e l’Iran, avevano criticato il referendum per l’indipendenza del Kurdistan dall’Iraq, poiché ritenevano che avrebbe distolto le forze irachene e curde dalla lotta contro l’ISIS.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.