Russia: pronto accordo cooperazione con il Bahrein

Pubblicato il 17 ottobre 2017 alle 15:36 in Bahrein Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia e il Bahrein sono fortemente determinati a cooperare nell’ambito della difesa e firmeranno nuovi accordi in materia.

Lo ha annunciato Nasser bin Hamad Āl Khalīfa, comandante della Guardia Reale del paese arabo.

“Siamo fortemente determinati a collaborare con la Federazione Russa. A breve i nostri rispettivi ministeri della Difesa firmeranno degli accordi per la cooperazione militare”, ha affermato il comandante Al Khalifa nel corso di una conferenza stampa in occasione della Mostra e Conferenza Internazionale di Difesa del Bahrein (BIDEC).

All’inizio della giornata, Al Khalifa ha affermato che il Bahrein e la Federazione Russa stanno da tempo portando avanti delle trattative sulla fornitura dei sistemi di difesa aerea S-400 e ha sottolineato che Manama è interessata ad incrementare l’acquisto di armi russe.

Il Bahrain sta tenendo per la prima volta una mostra internazionale sulla Difesa. Parteciperanno all’evento, cominciato ieri lunedì 16 ottobre e che si concluderà nella giornata di mercoledì, un totale di 180 compagnie provenienti da 39 diversi paesi.

Il Bahrein, in precedenza un emirato, è diventato un regno nel 2002, costituito come monarchia costituzionale. Lo Stato è retto dalla famiglia reale Āl Khalīfa e il re è Ḥamad bin ʿĪsā Āl Khalīfa, mentre il governo è presieduto da Khalīfa bin Salmān Āl Khalīfa.

L’importanza e la ricchezza di questo piccolo Stato arabo sono dovute ai consistenti giacimenti petroliferi. La vendita e la raffinazione del petrolio estratto sono la principale fonte di reddito per il paese che, a differenza della Russia, è membro dell’OPEC.

Alleato dell’Arabia Saudita, il Bahrein ha mantenuto buone relazioni con la Russia nel corso della crisi siriana, che ha visto Riad e Mosca sostenere opposte fazioni. Il sovrano del paese arabo ha visitato la capitale russa l’ultima volta nel 2015, proprio nel tentativo di avvicinare le posizioni del Cremlino a quelle delle monarchie del golfo.

 

Sicurezza internazionale quotidiano sulla politica internazionale

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.