Scontri tra l’ISIS e i talebani nella provincia di Nangarhar

Pubblicato il 16 ottobre 2017 alle 20:12 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nuovi scontri tra i talebani e l’ISIS si sono verificati in seguito alla richiesta di stabilire una tregua da parte di uno dei leader talebani, Mullah habetullah Akhundzada. L’episodio si è verificato nel corso delle 24 ore passate nella provincia di Nangarhar, nelle aree di Tanjai e Khogyani.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa afghana, Khama Press, 6 militanti dell’ISIS e 3 talebani sono morti, mentre altri 3 sono rimasti feriti. Contemporaneamente, si è verificato un attentato terroristico da parte di alcuni jihadisti fedeli allo Stato Islamico nella provincia di Nangarhar, in cui sono rimasti uccisi 4 civili. Al momento, nessuno dei due gruppi terroristici ha commentato l’accaduto.

Dall’aprile 2015, l’Afghanistan è colpito dalla violenza della Khorasan Province, la branca delle Stato Islamico che opera in territorio afghano e in Pakistan, e che compie spesso attacchi contro le minoranze sciite locali. Da allora, si verificano scontri sistematici con i talebani. Tuttavia, secondo un’indagine condotta dalla United Nations Assistance Mission in Afghanistan (UNAMA), pubblicata il 21 agosto 2017, i talebani e l’ISIS hanno condotto operazioni congiunte nel corso dell’estate passata. In particolare, secondo quanto è emerso dalle analisi, nell’attacco del 5-6 agosto scorso nella provincia di Sar-e Pul, in cui sono morti più di 40 civili, i combattenti dei due gruppi armati hanno collaborato, commettendo una strage che è stata definita “un crimine di guerra”.

Gli ultimi scontri tra i talebani e l’ISIS dimostrano che, nonostante sporadiche operazioni congiunte, le due organizzazioni terroristiche, al momento, non sono ancora riuscite a instaurare una collaborazione efficace.

Sicurezza Internazionale quotidiano sulla politica internazionale.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.