Corea del Nord: Ricetta Cinese inaccettabile

Pubblicato il 13 ottobre 2017 alle 15:35 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La “ricetta cinese” per la risoluzione della questione nordcoreana è inaccettabile. Queste le dichiarazioni del Ministro degli Esteri della Corea del Nord, mentre la tensione sulla penisola coreana torna a crescere.

Il Ministro degli Esteri di Pyongyang ha dichiarato chiaramente che la Corea del Nord “non può accettare assolutamente l’idea di utilizzare le sue armi nucleari come merce di scambio per riaprire il dialogo e tanto meno accetta che gli Stati Uniti e la Corea del Sud mettano fine alle loro attività ostili come premessa per il ritorno al tavolo negoziale. Questo vuol dire che non possiamo accettare la proposta di risoluzione fornita da Russia e Cina”, secondo quanto riportato da Huanqiu, il tabloid per la politica estera del Quotidiano del Popolo, il giornale del Partito Comunista Cinese.

La proposta della Cina e della Russia, nota come la “ricetta cinese”, per la risoluzione del problema del nucleare in Corea del Nord è basata su una assunzione di base ossia che Usa e Corea del Nord siano responsabili della crisi allo stesso modo. Partendo da questa premessa, il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha formulato una proposta di risoluzione che è stata accolta anche dalla Russia e incorporata nella dichiarazione congiunta rilasciata da Mosca e Pechino in seguito ai test di missili balistici intercontinentali effettuati da Pyongyang nel mese di luglio. La ricetta cinese, utilizzando una metafora ferroviaria, prevede un “doppio stop” e la creazione di un “doppio binario”.  Cina e Russia chiedono agli Usa di interrompere le esercitazioni militari con la Corea del Sud e alla Corea del Nord di interrompere gli esperimenti missilistici e nucleari, questo rappresenta il “doppio stop”. Il “doppio binario” consiste invece nel mantenimento delle sanzioni economiche in contemporanea al ritorno al tavolo negoziale.

Dopo le dichiarazioni del Ministro degli Esteri di Pyongyang che rifiutano la proposta di risoluzione cinese, da Pechino, la portavoce della diplomazia Hua Chunying ha risposto affermando che Pechino è convinta che l’unica via per uscire dal circolo vizioso di minacce costanti tra Washington e Pyongyang attuale è quella di tornare al tavolo negoziale. Per farlo, però, occorre ricostruire un minimo di fiducia nel dialogo e porre fine alle minacce e alle attività ostili reciproche tra Stati Uniti e Corea del Nord. La Cina, ha affermato Hua Chunying, è convinta che la “ricetta cinese” sia una proposta lecita e da considerare per evitare che la situazione sulla penisola coreana peggiori.

Le “attività ostili reciproche” a cui la portavoce fa riferimento includono i test missilistici di Pyongyang e le esercitazioni militari di Washington e Seoul. La Corea del Nord non ha effettuato nuovi test di lancio missilistici dopo quello a medio raggio che ha sorvolato il Giappone il 15 settembre, ma la Corea del Sud teme nuovi test nel weekend per i festeggiamenti dell’anniversario della fondazione del Partito al potere. Gli Stati Uniti e la Corea del Sud, mercoledì 11 ottobre, hanno avviato una nuova esercitazione area congiunta a cui ha preso parte anche il Giappone.

Sicurezza Internazionale quotidiano di politica internazionale.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.