Polemica visita di Trump a Puerto Rico

Pubblicato il 4 ottobre 2017 alle 17:00 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente Trump visita Puerto Rico, devastata dall’uragano Maria, in piena polemica con le autorità locali, e promette la cancellazione del debito dell’isola.

Il Presidente degli Stati Uniti si è recato a Puerto Rico per mostrare la vicinanza di Washington all’isola devastata dall’uragano Maria, dopo settimane di polemiche in cui le autorità isolane, con in testa il governatore Ricardo Rosselló, hanno lamentato lo scarso aiuto del governo federale.

Trump, sotto il fuoco incrociato delle critiche per la gestione della crisi innescata dal passaggio dell’uragano Maria e la lentezza degli aiuti federali, ha risposto accusando della situazione la “misera leadership” del sindaco della capitale San Juan, Carmen Yulín.

Yulín in precedenza aveva manifestato l’offesa dei portoricani per le parole del Segretario agli Interni Elaine Duke, che aveva dichiarato che la catastrofe di Puerto Rico era “una buona occasione per guadagnare popolarità dimostrando quanto siamo vicini alla gente”.

In conferenza stampa proprio con Carmen Yulín e con il governatore Rosselló, Trump ha rincarato la dose, lamentando l’enorme debito dell’isola, che ha dichiarato bancarotta all’inizio dell’anno e l’inaffidabilità delle istituzioni portoricane. “Molte persone in quest’isola vogliono che noi facciamo tutto il lavoro per loro, mentre lo sforzo dovrebbe essere comune”. Sullo sforzo comune ha insistito anche Rosselló, che tuttavia ha ammesso che si tratta di un “compito difficile”.

Anche sull’uragano il Presidente ha suscitato polemiche: “Evidentemente 16 vittime sono molte – ha detto in conferenza stampa – ma se si pensa alle migliaia di persone che hanno perso la vita a causa di altri uragani, francamente è un bilancio molto meno grave”. Il Presidente ha smorzato i toni concludendo “avete resistito bene, siatene orgogliosi”.

A due settimane dal passaggio dell’uragano di categoria 4, Puerto Rico versa ancora in condizioni disastrose: solo il 7% dell’isola è nuovamente allacciato alla rete elettrica, oltre 9.000 persone vivono in strutture d’emergenza e gran parte della popolazione ha ancora un accesso limitato ad acqua potabile e carburante.

Donald Trump ha preso parte anche alla distribuzione di beni di prima necessità, suscitando polemiche anche in questo caso, quando, di fronte ad una folla di residenti che sollevavano le mani, il Presidente ha lanciato pacchetti di carta igienica e generi alimentari.

Lasciando l’isola Trump ha dichiarato alla stampa: “questa gente deve moltissimi soldi agli amici di Wall Street, cancelleremo i loro debiti […] non so se è Goldman Sachs o qualcun altro, ma dovranno dire addio a tutto questo”. La ristrutturazione dell’enorme debito portoricano è, secondo il Presidente USA “qualcosa su cui dobbiamo lavorare”.

Puerto Rico ha un debito pubblico di oltre 70 miliardi di dollari, che le è valso il nomignolo di “Grecia dei Caraibi”. L’uragano Maria ha provocato danni per una cifra superiore al debito dell’isola, si stima attorno ai 90 miliardi di dollari.

Sicurezza internazionale quotidiano sulla politica internazionale

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.