I soldati di Bassar al Assad muoiono contro l’Isis

Pubblicato il 30 settembre 2017 alle 6:02 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I soldati di Bassar al Assad muoiono per combattere contro Isis

Venerdì 29 settembre, militanti dell’Isis hanno ucciso almeno 58 soldati del governo siriano di Bassar al Assad nel tentativo di opporsi a un assalto condotto dai soldati siriani e dagli aerei russi.

La gran parte dei soldati è stata uccisa a sud della città di Sukna che si trova a est dell’antica città di Palmira, secondo quanto riporta l’Osservatorio siriano per i diritti umani. I militanti dell’Isis hanno rilasciato un comunicato per esaltare i propri sostenitori in cui hanno reso noto di avere sopraffatto i soldati di Bassar al Assad. Hanno anche rilasciato un audio che attribuiscono al loro leader al Baghdadi per invitare a resistere.

Le truppe siriane di Bassar al Assad si sono spinte, questa estate, attraverso il vasto deserto che separa le città principali dell’ovest dalla valle dell’Eufrate e, all’inizio di settembre 2017, hanno interrotto un assedio che l’Isis esercitava da tre anni contro le postazioni governative nella città di Deir Ezzor.

Grazie di leggere Sicurezza Internazionale

di Alessandro Orsini

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.