Siria: Erdogan schiererà l’esercito a Idlib

Pubblicato il 25 settembre 2017 alle 6:02 in Siria Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che schiererà le truppe turche nella regione di Idlib, situata nella Siria settentrionale, al confine con la Turchia.

La scorsa settimana, Idlib era stata inserita tra le zone cuscinetto siriane, secondo quanto concordato dalla Russia, dall’Iran e dal regime siriano di Bashar Al-Assad in occasione del sesto round dei negoziati di Astana, che si era tenuto nella capitale del Kazakistan il 14 e 15 settembre 2017.

Durante i negoziati, Russia, Iran e Al-Assad avevano deciso di includere la regione di Idlib tra le zone cuscinetto siriane, al fine di facilitare la conclusione del conflitto siriano, in corso dal 2011. L’accordo prevedeva altresì che le forze russe avessero il compito di monitorare che il patto venisse rispettato, suscitando l’opposizione della Turchia.

Secondo quanto riferito dal quotidiano The New Arab, Erdogan ha affermato che “in base all’accordo, i russi mantengono la sicurezza fuori dalla regione di Idlib e la Turchia all’interno”. E ha aggiunto: “Il compito non è facile … discuteremo con Putin gli ulteriori passi che devono essere fatti per sradicare il terrorismo una volta per tutte per ristabilire la pace”.

L’accordo verrà discusso in modo più approfondito la prossima settimana durante un incontro tra Erdogan e il presidente russo, Vladimir Putin, in occasione della visita di quest’ultimo ad Ankara.

In totale, sono quattro le zone siriane sottoposte all’accordo, che sarà in vigore per un periodo di sei mesi, con possibilità di estensione.

La quarta sessione dei negoziati di Astana, che si era tenuta il 3 maggio 2017, aveva portato al raggiungimento di un accordo tra Russia, Iran e Turchia. Il patto stabiliva la creazione di quattro zone cuscinetto in Siria, con l’obiettivo di ridurre le tensioni tra le forze del regime e quelle dell’opposizione. La prima area, la più grande delle quattro, si trova nel nord-ovest della Siria e include la provincia di Idlib e parte di quelle di Lattakia, Aleppo e Hama; la seconda si estende nella provincia centrale di Homs; la terza comprende i sobborghi ad est di Damasco e il Ghouta; la quarta area include le province meridionali di Baraa e Quneitra.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.