Puerto Rico: preoccupazione per l’uragano Maria

Pubblicato il 20 settembre 2017 alle 15:03 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Dopo la morte e la distruzione portata dall’uragano Irma le Antille minori devono affrontare l’uragano Maria, che avanza a 14 Km l’ora verso le Antille maggiori. Allarme a Puerto Rico, il governatore teme possa essere “il peggiore della storia”.

Ricardo Rosselló, governatore di Puerto Rico. Fonte: Wikimedia Commons

Ricardo Rosselló, governatore di Puerto Rico. Fonte: Wikimedia Commons

La nuova tempesta che sta minacciando i Caraibi a pochi giorni dalla devastazione causata dall’uragano Irma si chiama Maria.

Nella notte tra il 18 e 19 settembre, il ciclone è passato sull’isola di Dominica provocando gravi danni, stando alle prime informazioni. Il primo ministro del piccolo paese caraibico, Roosevelt Skerrit è stato tratto in salvo in elicottero dopo che il vento aveva divelto il tetto della sua abitazione. Lo stesso Skerrit ha reso noto tramite Facebook: “Il mio più grande timore è che in mattinata ci sveglieremo trovando feriti gravi e possibili vittime a causa delle frane e degli smottamenti causati dalle piogge persistenti. I venti hanno spazzato via i tetti di quasi tutte le persone con cui ho parlato o che si sono messe in contatto. Il tetto della mia residenza ufficiale è stato uno dei primi a volare via”.

Non si hanno per il momento notizie ufficiali di eventuali feriti o vittime. L’allerta è stata diramata anche a Guadalupe, St. Kitts e Nevis, Montserrat e Martinica, nelle Antille minori. Puerto Rico e le Isole Vergini saranno raggiunti oggi, mercoledì 20 settembre.

L’uragano Maria oscilla tra le categorie 4 e 5, il livello massimo di pericolosità, e ha fatto registrare venti fino a 260 chilometri orari. Nella notte tra il 18 e il 19 settembre è stato portato a categoria 5 dal Centro nazionale uragani statunitense, per essere poi declassato a categoria 4 la mattina 19 settembre. Il Centro ha definito il fenomeno “potenzialmente catastrofico”.

I meteorologi prevedono che Maria si abbatterà sulle stesse zone colpite dall’uragano Irma, che ha causato in totale 80 vittime. Come Irma, dopo essere passato sulle Antille il ciclone si sta spostando verso nord-ovest, verso i Caraibi orientali, a una velocità di circa 14,5 chilometri l’ora.

Il governatore di Puerto Rico, Ricardo Rosselló ha dichiarato lo stato di emergenza sull’isola. Rosselló ha dichiarato che Maria potrebbe essere “più devastante di Irma per il nostro territorio, non è mai accaduto un evento simile a Puerto Rico, Maria può essere il peggior uragano negli ultimi cento anni, peggiore persino dell’uragano San Felipe, del 1928”. L’uragano San Felipe uccise 300 persone a Puerto Rico e oltre 2000 in tutte le Antille, ed è considerato uno dei peggiori della storia.

Cuba, che sta affrontando i danni ingentissimi causati anche a L’Avana dall’uragano Irma, dovrebbe invece essere colpita solo indirettamente da Maria.

 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.