Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Pubblicato il 20 settembre 2017 alle 10:23 in Israele Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele.

Aerei militari israeliani. Fonte: Wikimedia Commons.

Aerei militari israeliani. Fonte: Wikimedia Commons.

Nel pomeriggio di martedì 19 settembre 2017, le forze israeliane hanno abbattuto un drone di produzione iraniana utilizzato da Hezbollah attraverso un missile Patriot, lanciato dalla batteria antiaerea della base aeronautica situata nella città di Safed, nella regione della Galilea, che lo ha immediatamente distrutto.

Secondo quanto riferito da giornale israeliano Haaretz, il drone sarebbe stato in missione di ricognizione e di raccolta di informazioni. L’aereo senza pilota sarebbe stato monitorato dalle forze israeliane fin dal momento in cui ha lasciato l’aeroporto internazionale di Damasco. Dopo aver volato verso sud-ovest, diretto in Israele, il drone avrebbe varcato la zona demilitarizzata nel Golan e sarebbe stato immediatamente abbattuto. Il drone è caduto nel territorio siriano, in una regione controllata dal regime di Al-Assad, nei pressi della città di Quneitra.

L’esercito ha riferito che non si tratta della prima volta in cui Hezbollah fa ricorso ai droni per raccogliere informazioni contro Israele. Tuttavia, questa volta, il drone si è spinto troppo vicino al confine israeliano e, per questo motivo, è stato abbattuto.

Entrando nella zona demilitarizzata, il drone ha violato l’accordo di disimpegno firmato da Siria e Israele il 31 maggio 1974, in base al quale Israele aveva dovuto riconsegnare la città di Quneitra e il territorio ad essa adiacente, precedentemente conquistati, alla Siria.

In merito all’accaduto, il portavoce delle Forze di Difesa israeliane, il brigadier generale Ronen Manelis, ha dichiarato che l’esercito israeliano “non permetterà ai gruppi terroristici di penetrare o avvicinarsi al territorio israeliano, via terra o via aria”.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.