KUWAIT – TURCHIA: ACCORDI BILATERALI

Pubblicato il 15 settembre 2017 alle 6:03 in Kuwait Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha incontrato il Primo Ministro del Kuwait, Jaber Al-Mubarak Al-Sabah, che si è recato in visita ufficiale in Turchia su invito del Primo Ministro turco, Binali Yildirim.

Il Viceministro degli Esteri del Kuwait, Khaled al-Jarallah. Fonte: Kuna.net

Il Viceministro degli Esteri del Kuwait, Khaled al-Jarallah. Fonte: Kuna.net

In occasione dell’incontro, avvenuto giovedì 14 settembre 2017, le due parti hanno firmato alcuni accordi bilaterali nei settori economico e della sicurezza, tra cui l’aviazione civile, la doppia tassazione e le comunicazioni. Inoltre, Erdogan e Al-Sabah hanno firmato un protocollo di cooperazione tra la Guardia Nazionale del Kuwait e la Gendarmeria turca. Le due parti si sono impegnate a potenziare la cooperazione militare tra i rispettivi ministeri della Difesa.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa del Kuwait (KUNA), il Primo Ministro kuwaitiano parteciperà anche al forum economico turco-kuwaitiano che si terrà ad Istanbul venerdì 15 settembre 2017.

All’ordine del giorno vi era anche la crisi del Golfo. Da parte sua, Ankara ha ribadito il proprio sostegno nei confronti della mediazione del Kuwait e l’intenzione della Turchia di avere un ruolo attivo nella risoluzione della crisi. Le relazioni tra Turchia e Kuwait si dono rafforzate notevolmente negli ultimi mesi, proprio in seguito allo scoppio della crisi del Golfo. Ankara, inoltre, ha sottolineato la necessità di risolvere la crisi attraverso il dialogo tra le parti coinvolte, senza prestare attenzione alle interferenze esterne.

Fin dallo scoppio della crisi del Golfo, iniziata il 5 giugno 2017, in seguito all’imposizione di un embargo al Qatar da parte di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto, il Kuwait ha assunto il ruolo di mediatore della crisi.

negli scorsi mesi, la Turchia ha sempre sostenuto il Qatar, potenziando la collaborazione militare con Doha e inviando risorse alimentari al Paese.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.