Salvati 85 migranti al largo della Libia

Pubblicato il 9 luglio 2017 alle 12:21 in Immigrazione

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

85 rifugiati, tra cui 18 donne, sono stati salvati a 60 chilometri dalle coste di Tripoli, grazie ad un pescatore che ha avvertito la Guardia Costiera locale.

Il portavoce della marina libica, Ayoub Kacem, ha riferito che 10 pescherecci hanno preso parte alle operazioni di salvataggio in aiuto alle imbarcazioni della Guardia Costiera. Le autorità hanno reso noto che a bordo del gommone c’erano almeno 100 persone, 25 delle quali, tra cui 7 bambini, sono annegate. I rifugiati salvati provengono dalla Nigeria, dal Senegal, dal Cameroon, dal Ghana e dalla Costa d’Avorio.

La Libia, dal 2016, costituisce il principale porto dal quale partono le imbarcazioni cariche di migranti dirette in Europa. I trafficanti di esseri umani stanno approfittando del caos politico in cui versa il Paese nordafricano per portare avanti le loro attività illegali indisturbati. Da quando il regime del dittatore Muammar Gheddafi è stato rovesciato nell’ottobre 2011, la Libia non è mai riuscita a compiere una transizione democratica. Attualmente, lo Stato è diviso in due governi: il primo a Tripoli, sotto l’influenza degli Stati Uniti e dell’Italia; il secondo a Tobruk, sotto l’influenza della Russia e dell’Egitto.

Ieri, sono stati rinvenuti 20 corpi di cittadini egiziani in un’area remota del deserto di Tobruk. Il colonnello Maraqa Mohammed, capo dell’unità di indagine dell’agenzia che si occupa dell’immigrazione illegale, ha spiegato che i cadaveri sono stati trovati a sud di Wadi Ali, insieme a passaporti ed altri averi. Al momento, non sono state ancora scoperte le cause del loro decesso.

A cura di Sofia Cecinini

Gommoni con a bordo migranti nel Mediterraneo. Fonte: Flickr

Gommoni con a bordo migranti nel Mediterraneo. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.