Libia: nuove prove del sostegno del Qatar al terrorismo

Pubblicato il 8 luglio 2017 alle 9:41 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Qatar è accusato di sostenere il terrorismo in Libia.

Il governo di Tripoli dichiara di avere raccolto prove oggettive del sostegno del Qatar alle milizie islamiste che sfidano l’esercito libico.

Martedì 4 luglio, durante una conferenza che si è tenuta al Cairo, il portavoce ufficiale dell’esercito libico, il colonnello Ahmed Al-Mismari, ha portato nuove prove che dimostrerebbero il coinvolgimento del Qatar nel sostegno ai gruppi terroristici in Libia.

Il colonnello ha mostrato video e foto che confermerebbero l’ingerenza del Qatar nelle questioni libiche già dal 2014. Secondo il materiale in possesso della Libia, il Qatar avrebbe sostenuto le operazioni dei gruppi terroristici nel Paese, fornendo loro forze e armi nella battaglia contro l’esercito libico.

Il video presentato da Al-Mismari mostra chiaramente la bandiera qatarina tra le milizie armate contro le forze dell’esercito libico.

Altre immagini farebbero vedere armi e munizioni portate da aerei qatarini in aeroporti controllati dalle milizie terroriste nella parte occidentale della Libia. In particolare, è facile individuare in alcune immagini un aereo della Qatar Airways, che  scarica armi e munizioni dopo il suo atterraggio a Tripoli. Il video mostra anche l’attacco di un combattente delle milizie terroristiche, sostenuto dal Qatar, contro una persona disarmata.

Secondo quanto riferito da Al-Mismari, inoltre, la Libia sarebbe in possesso di documenti che provano il finanziamento dei gruppi terroristici da parte del Qatar.

La Libia è dilaniata dalla guerra civile dal febbraio del 2011. La Libia ha due governi e due parlamenti il primo a Tripoli e il secondo a Tobruk.

Traduzione dall’arabo e redazione a cura di Laura Cianciarelli

Bandiera della Libia. Fonte: Wikipedia.

Bandiera della Libia. Fonte: Wikipedia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.