Branstad è il nuovo ambasciatore degli Usa a Pechino

Pubblicato il 26 giugno 2017 alle 14:52 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il nuovo ambasciatore degli Stati Uniti in Cina ha dichiarato che le sue massime priorità saranno la Corea del Nord e la risoluzione dello squilibrio nella bilancia commerciale bilaterale sino-americana.

A Terry Branstad, ex governatore dell’Iowa, è stato affidato l’incarico di ambasciatore nella Repubblica Popolare Cinese il 24 maggio, ma non è ancora stata resa nota la data in cui arriverà a Pechino. “Risolvere gli squilibri nella bilancia commerciale, fermare la minaccia della Corea del Nord, espandere gli scambi people to people saranno le mie massime priorità”, ha dichiarato Branstad in un video messaggio diffuso su una piattaforma di video-streaming cinese.

Il presidente Trump ha posto grandi speranze nella Cina e nel suo presidente Xi Jinping perché possano esercitare maggiore pressione sulla Corea del Nord, anche se nella scorsa settimana Trump ha dichiarato che l’impegno cinese nel fermare il programma di sviluppo missilistico di Pyongyang è stato fallimentare. La Cina, dal canto suo, continua a ribadire con il ministro degli esteri Wang Yi e i suoi portavoce che sta facendo tutto il possibile per attuare in modo più rigido le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, ma anche per promuovere il dialogo e alleviare le tensioni.

“Siamo di fronte alle stesse sfide. Una relazione Cina-Usa stabile e forte può contribuire alla risoluzione delle problematiche principali”, ha dichiarato Branstad nel video, senza dare ulteriori dettagli in merito a quali modalità di cooperazione con la Cina preveda.

Per Pechino il nuovo ambasciatore è un “amico della Cina” in cui è stato impegnato per tre decadi, dalla sua prima visita nel Paese di Mezzo nel 1984, a quando accolse un giovane Xi Jinping, allora leader del Partito Comunista a livello di contea, nello Iowa nel 1985, per poi averlo di nuovo ospite nel 2012, come vice presidente della Repubblica Popolare.

Il portavoce del Ministero degli Esteri della Cina, Geng Shuang, ha dichiarato che la Cina spera che Branstad nel suo lavoro di ambasciatore possa promuovere la comprensione reciproca e l’aumento dei contatti tra Cina e Stati Uniti e che possa dare un contributo significativo allo sviluppo sano e stabile dei rapporti bilaterali. Il portavoce della diplomazia cinese non ha fornito commenti in merito alle tre priorità individuate dal nuovo ambasciatore del suo messaggio al popolo cinese.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

Bandiere di Usa e Cina. Fonte: Flickr

Bandiere di Usa e Cina. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.