Jared Kushner incontrerà Netanyahu e Abbas

Pubblicato il 21 giugno 2017 alle 6:20 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Jared Kushner, consigliere e genero del presidente americano, Donald Trump, prenderà il timone della diplomazia americana in Medio Oriente.

Kushner è atteso oggi in Israele, dove, insieme al capo negoziatore di Trump, Jason D. Greenbattle, incontrerà il presidente israeliano, Benjamin Netanyahu, per discutere sul conflitto  israelo-palestinese. Inoltre, il consigliere farà visita al presidente della Palestinian Authority (PA), Mahmoud Abbas, in Cisgiordania.

Il New York Times ha riportato che, secondo gli ufficiali americani, è poco probabile che questo viaggio porterà ad una svolta nella risoluzione del conflitto, ma la presenza di Kushner ai colloqui con Netanyahu e Abbas dimostra l’importanza data da Trump al raggiungimento di un accordo di pace tra i due paesi. Un funzionario dell’amministrazione americana ha riferito che il viaggio di Kushner era stato pianificato settimane fa.

Il segretario di stampa della Casa Bianca, Sean Spicer, lunedì, ha spiegato che gli obiettivi dei colloqui di oggi saranno capire i cambiamenti che porteranno ad una pace duratura e lo sfruttamento della fiducia che è stata costruita grazie alle visite precedenti di Trump, per trovare un punto di incontro tra le parti. Secondo alcune fonti vicine alla Casa Bianca, Trump inviterà Netanyahu e Abbas a Washington nei mesi futuri per negoziare direttamente un accordo di pace.

Greenblatt, il quale si è già recato diverse volte in Israele e in Cisgiordania, ha ottenuto un patto non scritto da parte del governo israeliano che promette la sospensione delle costruzioni nei territori occupati. Nonostante i risultati positivi, la vera sfida si presenterà in questi giorni, non appena Israele verrà messo sotto pressione per negoziare questioni più calde, come la soluzione dei due Stati. Molti ufficiali americani sono convinti che la visita di Kushner alzerà la posta in gioco sia per gli israeliani, sia per i palestinesi.

Il genero del presidente ha avuto un ruolo chiave nel corso del primo viaggio all’estero di Trump dello scorso mese, in Arabia Saudita, Israele e al Vaticano, promuovendo l’importanza dell’itinerario scelto nelle sedi delle tre grandi religioni monoteiste. Kushner, magnate 36enne marito di Ivanka Trump, prima della nomina a consigliere del presidente americano non si era mai dedicato alla politica estera. Tuttavia, le sue occupazioni comprendono anche la gestione della ristrutturazione della burocrazia federale, compito dell’ufficio del presidente, e della riforma della giustizia penale.

In nero, Jared Kushner. Fonte: Flickr

In nero, Jared Kushner. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.