15enne palestinese uccisa dalle forze israeliane

Pubblicato il 3 giugno 2017 alle 10:36 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze israeliane hanno sparato ad un’adolescente palestinese dopo che questa ha accoltellato un soldato israeliano fuori dall’insediamento ebraico di Meto Dovan, a nord della Cisgiordania.

La 15enne Nouf Isabella Abd El-Jabbar Enfeat, è stata subito trasferita in ospedale per ricevere trattamenti medici per via delle ferite da arma da fuoco riportate, ma è morta dopo qualche ora.  Precedentemente, sempre questa settimana, le forze di sicurezza israeliane hanno sparato al 16enne Khaled Ghamri, durante alcune proteste al confine sud, lungo la Striscia di Gaza. Il giovane, il quale è stato colpito allo stomaco, si trova in ospedale in condizioni critiche. E ancora, il giorno prima dell’incontro tra il presidente americano, Donald Trump, e il presidente della Palestinian Authority (PA), Mahmoud Abbas, avvenuto il 23 maggio, i soldati israeliani hanno aperto il fuoco contro un altro ragazzo di 15 anni, Raed Ahmad Rdaydeh, mentre questo stava cercando di colpire gli agenti ad un checkpoint. Secondo le stime di Defense for Children International – Palestine (DCIP), nel 2016, almeno 32 ragazzi palestinesi sono morti per mano degli agenti israeliani. Dall’altra parte, Israele sostiene che almeno 24 incidenti sono avvenuto nel corso di attacchi da parte di questi ragazzi. Più di 500,000 israeliani vivono all’interno di istallazioni costruite nei territori occupati in Cisgiordania, considerati illegali dal diritto internazionale, tra cui Gerusalemme est.

La visita di Trump in Israele e Palestina di due settimane fa aveva l’obiettivo di rilanciare il dialogo tra la PA e il governo israeliano. L’ultimo tentativo di colloqui di pace, guidato dal precedente leader americano, Barack Obama, è naufragato nel 2014. Una delle questioni di massima tensione è costituita da Gerusalemme est, insieme al resto della Cisgiordania, il cui territorio è stato occupato dall’esercito israeliano 50 anni fa, durante la guerra del 1967. Nel corso della propria campagna elettorale, Trump aveva affermato di voler spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, causando diverse tensioni e ricevendo numerose critiche a livello internazionale. Ieri, il New York Times ha riportato che il presidente americano ha firmato un ordine che conferma il mantenimento dell’ambasciata americana a Tel Aviv, deludendo le aspettative degli israeliani.

Forze di difesa israeliane. Fonte: Wikipedia.

Forze di difesa israeliane. Fonte: Wikipedia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.