Ansar al-Sharia annuncia il proprio scioglimento

Pubblicato il 29 maggio 2017 alle 6:23 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il gruppo armato libico Ansar al-Sharia ha annunciato la propria dissoluzione, comunicando di essere stato troppo indebolito dai combattimenti a Bengasi.

Ansar al-Sharia si sta scontrando con le forze leali al generale Khalifa Haftar, il quale appoggia il governo di Tobruk, nell’est della Libia. “Annunciamo ufficialmente a tutti, e in particolar modo ai cittadini libici, il nostro ritiro”, ha reso noto il gruppo in un comunicato pubblicato online. La decisione è scaturita dalle ultime grosse perdite subite nel corso dei combattimenti, che hanno causato la morte di diversi leaders e di moltissimi membri dell’organizzazione. Nel corso di maggio, la Libyan National Army (LNA), con a capo Haftar, ha intensificato le proprie offensive per eliminare definitivamente le roccaforti dei militanti di Ansar al-Sharia a Bengasi.

Il corrispondente di Al-Jazeera, Mahmoud Abdelwahed, inviato a Tripoli, ha spiegato che la dissoluzione del gruppo armato non rappresenta una grande vittoria per Haftar, dal momento che Ansar al-Sharia costituiva l’entità più piccola e debole di tutti i gruppi armanti che stanno combattendo contro la LNA.

Ansar al-Sharia è stato fondato nel 2011 a Bengasi, il seguito al rovesciamento del regime del dittatore Muammar Gheddafi. Gli USA hanno incolpato il gruppo di aver assalito un compound diplomatico americano a Bengasi l’11 settembre 2012, in cui venne ucciso l’ambasciatore americano in Libia, Christopher Stevens, insieme ad altri tre ufficiali americani. Nonostante Ansar al-Sharia si sia impadronito di Bengasi nel 2014, ha perso il proprio leader, Mohamed al-Zajawi, durante alcuni scontri con le forze di Haftar alla fine di quell’anno.

Da quando il regime del dittatore Muammar Gheddafi è stato rovesciato nell’ottobre 2011, la Libia è dominata dal caos. Tra il 2012 e il 2014 il paese è andato nuovamente sull’orlo di una guerra civile, arrivando ad avere due governi rivali, uno stanziato nell’est del paese, a Tobruk, e l’altro a Tripoli. Attualmente, esistono tre diverse entità politiche. Il Governo di Accordo Nazionale (GNA), fondato nel dicembre 2015 nella città marocchina di Skhirat, capeggiato da Fayez Serraj e riconosciuto dalla comunità internazionale con sede a Tripoli, il quale avrebbe dovuto unificare il panorama politico libico, ma che in realtà gode di una debole autorità, in quanto non è riconosciuto né dal governo di Tobruk, né dall’ex National Salvation Government (NSG), con a capo Khalifa Ghwell, il quale continua a rivendicare il proprio potere nella zona di Tripoli.

Bandiera di Ansar al-Sharia. Fonte: Wikimedia Commons

Bandiera di Ansar al-Sharia. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.