Mosul: ISIS confinato in 12 chilometri quadrati nella zona ovest

Pubblicato il 17 maggio 2017 alle 7:42 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un portavoce militare iracheno, Yahya Rasool, ha annunciato che l’ISIS ormai controlla solo un’area di 12 chilometri quadrati nella zona ovest di Mosul.

John Dorrian, portavoce dell’esercito americano che affianca l’Iraq nella lotta contro i terroristi, ha riferito che i jihadisti ormai sono sull’orlo della sconfitta. Nel corso di una conferenza stampa, Rasool ha comunicato che il numero dei militanti dell’ISIS che sono stati uccisi ammonta a 16,467, mentre, fino ad ora, l’esercito ha distrutto 679 autobombe, 11 quartier generali dei terroristi, 47 droni, 6,661 bombe e 217 cinture esplosive. “L’89% di Mosul ovest è liberata, rimangono solo alcuni distretti ancora sotto il controllo dei terroristi”, ha spiegato Rasool, aggiungendo che le truppe irachene stanno penetrando sempre di più nella città vecchia.

L’offensiva per eliminare i jihadisti da Mosul è iniziata lo scorso ottobre e, a fine gennaio 2017, le truppe irachene sono riuscite a liberare la parte est della città. Il 19 febbraio, l’esercito iracheno, con l’appoggio della coalizione a guida USA, ha inaugurato una seconda offensiva per liberare la zona ovest di Mosul. Il 26 marzo, le forze governative sono state costrette a sospendere le operazioni per qualche giorno per via dell’alto numero di vittime civili.

Militari nelle strade di Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Militari nelle strade di Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.