Consiglio di Sicurezza dell’Onu condanna azioni di Pyongyang

Pubblicato il 17 maggio 2017 alle 10:17 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite condanna fortemente il nuovo test di lancio missilistico della Corea del Nord e si impegna a intraprendere nuove misure e sanzioni per rispondere al “comportamento destabilizzante” di Pyongyang.

La dichiarazione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu è unanime ed è sostenuta anche dalla Cina nel chiedere alla Corea del Nord di “mostrare immediatamente un impegno sincero e di intraprendere azioni concrete che vadano verso la denuclearizzazione”. I paesi membri del Consiglio chiedono a Pyongyang di non “condurre ulteriori missili nucleari e balistici”. Quest’ultimo comunicato dell’Onu sembra quasi essere un ultimo avvertimento prima dell’approvazione di un nuovo pacchetto di sanzioni.

L’approvazione del comunicato redatto dagli Stati Uniti è giunta poco prima della sessione di emergenza a porte chiuse del Consiglio convocata su richiesta di Usa e Giappone che si terrà nel pomeriggio di martedì 16 maggio. La sessione straordinaria ha l’obiettivo di discutere del nuovo test missilistico condotto da Pyongyang domenica 14 maggio. Si tratta di un test andato a buon fine che ha visto il missile cadere nelle acque del Mar del Giappone, dopo aver coperto una distanza di 700 km in volo. La Corea del Nord ha affermato che il missile è di nuova generazione e il test di lancio era necessario per valutarne le capacità di trasporto di testata nucleare.

Pyongyang ha condotto 2 test atomici e decine di test di lancio missilistico dall’inizio del 2016 in quella che ritiene essere la costruzione di un sistema di difesa in grado di fronteggiare le minacce di invasione di Stati Uniti e Corea del Sud. Le risoluzioni delle Nazioni Unite vietano a Pyongyang di perseguire un programma nucleare e missilistico, ma il regime di Kim Jong-un non è sembrato finora preoccupato di violarne le disposizioni.

Se la Cina, unico grande alleato di Pyongyang, in passato era stata restia ad applicare pienamente le sanzioni previste dalle risoluzioni Onu, ora afferma, insieme agli altri stati membri del Consiglio di Sicurezza, di essere pronta a “attuare completamente tutte le misure imposte” a Pyongyang e a “chiedere fortemente” anche agli altri paesi di fare lo stesso.

La condanna al comportamento “destabilizzante” della Corea del Nord è giunta anche da Antonio Guterres, il Segretario Generale dell’Onu. “Quest’azione [il lancio del missile, n.d.r.] viola le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e minaccia la pace e la sicurezza della regione”, recita la dichiarazione di Guterres diffusa dal suo portavoce.

Consiglio di Sicurezza ONU. Fonte: www.un.org

Consiglio di Sicurezza ONU. Fonte: www.un.org

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.