Iran e Norvegia rafforzano le relazioni bilaterali

Pubblicato il 8 maggio 2017 alle 14:31 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il settimo round di consultazioni politiche tra l’Iran e la Norvegia, tenutosi ieri a Teheran, è stato guidato dal vice ministro degli esteri iraniano per gli affari europei ed americani, Majid Takhlt-Ravanchi, e dal segretario di Stato norvegese, Wegger Christian Strommen.

Le delegazioni iraniana e norvegese hanno affrontato la questione delle relazioni bilaterali tra i paesi, soprattutto in campo economico, commerciale e tecnologico. Strommen ha sottolineato con soddisfazione la crescita dei rapporti tra l’Iran e la Norvegia, affermando che le consultazioni periodiche tra gli ufficiali dei ministeri degli affari esteri dei due Stati, specialmente in seguito alla conclusione del patto nucleare, Joint Comprehensive Plan for Action (JCPOA), e alla rimozione delle sanzioni, sono stati utili ed importanti. Inoltre, il segretario di Stato norvegese ha confermato il supporto del proprio paese al JCPOA, ed ha esortato ad una maggiore collaborazione specialmente nel settore petrolifero, della pesca e dell’agricoltura. Dall’altra parte, Takht-Ravanchi ha lodato la continuazione delle consultazioni politiche tra Teheran e Oslo, riferendo che le relazioni tra i due paesi “sono sul binario giusto”. Il vice ministro degli esteri iraniano, inoltre, ha sottolineato la necessità di spianare la strada ad un’ulteriore cooperazione nel campo bancario e finanziario.

Nel corso dell’incontro, i due funzionari hanno discusso anche sugli sviluppi regionali ed internazionali, affrontando le questioni della Siria, dell’Iraq e dell’Europa. Ad avviso di entrambi, è necessario raggiungere una soluzione politica e diplomatica alle crisi in corso, fornendo aiuti umanitari e collaborando nella lotta al terrorismo.

L’avvicinamento dell’Iran alla Norvegia è in linea con il piano che prevede l’inaugurazione di nuove relazioni tra Teheran ed i paesi dell’Unione Europea, in seguito all’entrata in vigore dell’accordo nucleare. Il 4 maggio, Abuzar Ebrahimi-Torkaman, direttore dell’Islamic Culture and Relations Organization (ICRO), ha riferito che l’Iran mira a rilanciare i propri rapporti con l’Italia. Lo stesso giorno, l’Alto rappresentante dell’UE, Federica Mogherini, ha reso noto che tutti i paesi europei terranno fede al JCPOA.

Teheran, capitale iraniana. Fonte: Wikimedia Commons

Teheran, capitale iraniana. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.