Al-Sisi in tour nei paesi del Golfo

Pubblicato il 7 maggio 2017 alle 6:51 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi è partito mercoledì 3 maggio per un tour di 4 giorni nei paesi del Golfo per offrire il proprio supporto alle nazioni. La prima visita è negli Emirati Arabi Uniti poi proseguirà verso il Kuwait e il Bahrain.

La scorsa visita da parte del Presidente egiziano negli Emirati è avvenuta nel dicembre 2016 per celebrare il giorno nazionale ad Abu Dhabi. Secondo il Ministro degli Esteri egiziano, la visita sottolinea le “relazioni fraterne” tra i due paesi. Secondo le sue dichiarazioni, proteggere la sicurezza nazionale degli Emirati è uno degli obiettivi principali nell’agenda del presidente al-Sisi. Inoltre l’Egitto è membro della coalizione armata capeggiata dagli Emirati per combattere i ribelli nella guerra civile in Yemen.
Gli Emirati Arabi Uniti supportano il regime di Al-Sisi sia politicamente che finanziariamente. Nell’agosto 2016, gli Emirati hanno stanziato un miliardo di dollari in Egitto per risollevare il paese dalla crisi economica. Quattro mesi prima, nell’aprile 2016, sono stati investiti due miliardi di dollari in collaborazione con il governo di Al-Sisi e hanno stanziato altri due miliardi di dollari come deposito.

Il principe di Abu Dhabi, nonché capo delle forze armate degli Emirati, Mohammed bin Zayed, ha dichiarato il suo impegno e il suo “incrollabile sostegno all’Egitto e ai suoi cittadini”.
Gli Emirati hanno sostenuto e finanziato la campagna civile Tamarod con l’intento di rovesciare il governo del presidente Mohamed Morsi. Infatti quando Morsi è stato spodestato da un colpo di stato condotto da Al-Sisi, gli Emirati hanno celebrato il nuovo presidente nel luglio 2013. Lo stesso mese negli Emirati, 56 cittadini sono stati incarcerati per essere sospettati di aver cospirato un colpo di stato. Inoltre sono stati accusati di fare parte del movimento Al-Islah, un gruppo affiliato ai Fratelli Musulmani di Morsi. Un anno dopo, nel marzo 2014, gli Emirati hanno dichiarato che il gruppo dei Fratelli Musulmani è un’organizzazione terroristica.

Il presidente egiziano al-Sisi. Fonte: en.kremlin.ru

Il presidente egiziano al-Sisi. Fonte: en.kremlin.ru

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.