Forze curde liberano il 90% della città di Taqba dall’ISIS

Pubblicato il 4 maggio 2017 alle 6:41 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Al-Jazeera English ha riportato che le forze curde hanno ripreso il controllo del 90% della città siriana di Taqba, nella provincia di Raqqa.

In seguito a violenti scontri con i militanti dell’ISIS, durante i quali sono morte almeno 19 persone, i combattenti curdo-siriani, con l’aiuto delle Syrian Democratic Forces (SDF), alleanza multi-etnica e multi-religiosa formata da curdi, arabi, armeni, ceceni e turkmeni, fondata nell’ottobre 2015, sono riuscite a liberare una città chiave per la riconquista di Raqqa. Le SDF hanno lanciato un’offensiva per liberare la roccaforte dei terroristi nell’ottobre 2016. “Dopo aver ripreso il controllo della città vecchia, ormai abbiamo riconquistato il 90% di Taqba, ma stiamo avanzando per liberare il resto dell’area dall’ISIS”, ha spiegato Jihan Sheikh, un portavoce del gruppo curdo Ghadab al-Furat.

Talal Silo, esponente delle SDF, ha riferito che sono in corso scontri con i terroristi per liberare le aree circostanti, tra cui la città di al-Thawra, parte di Taqba, conosciuta come “la città nuova”. Un attivista locale, Ahmad, ha rivelato che, nel corso dei 44 giorni passati, a Raqqa sono morti 131 civili. “La nostra città è distrutta, uno dei principali ospedali della zona è stato demolito da un bombardamento”, ha aggiunto Ahmad. Secondo le Rojava defense Units, un altro gruppo curdo, 5,000 civili sono fuggiti dall’area, riuscendo a raggiungere un luogo sicuro, ma necessitano urgentemente di aiuti umanitari.

L’ISIS ha conquistato Raqqa nel gennaio 2014, mentre nell’agosto dello stesso hanno preso il controllo della base aerea di Taqba, precedentemente in mano al governo siriano di Bassar al-Assad. Lo scorso mese, le forze delle SDF, che ad avviso del Pentagono dispongono di 40,000 combattenti, sono riuscite a riprendere la base aerea e liberarla dai terroristi. All’inizio di marzo, le truppe delle SDF hanno tagliato tutti i collegamenti tra Raqqa e la provincia di Deir Ez Zor, con l’obiettivo di isolare i terroristi per renderli più vulnerabili.

Cartina della Siria, distanza tra Taqba e Raqqa. Fonte: Wikimedia Commons

Cartina della Siria, distanza tra Taqba e Raqqa. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.