Iraq: forze speciali americane giunte nella provincia di Anbar

Pubblicato il 21 aprile 2017 alle 6:55 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze speciali americane hanno raggiunto la base di Ain al-Assad, nella provincia occidentale di Anbar, in Iraq, per aiutare l’esercito iracheno a combattere contro l’ISIS.

Una fonte locale ha riportato che le truppe americane sono arrivate, il 18 aprile, a bordo di un convoglio militare partendo da Al-Bakr, per prendere parte alla liberazione dei centri di Anah, Rawa e al-Qaim. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sul numero preciso di soldati statunitensi che sono stati inviati.

Intanto, il 19 aprile, le forze paramilitari irachene hanno ucciso 4 militanti dell’ISIS, tra cui un kamikaze, sventando un attentato contro un villaggio a nord di Tikrit, nella provincia di Salahiddun. Iraqi News riporta che le forze irachene hanno sventato altre offensive nella regione di al-Zawia.

I militanti dello Stato Islamico, nel corso dei mesi passati, hanno compiuto diversi attacchi contro le forze del governo iracheno, appoggiate dalla coalizione internazionale guidata dagli USA. A Mosul, dove ormai più del 50% del territorio è sotto il controllo iracheno, i soldati della coalizione stanno combattendo senza tregua per liberare definitivamente la città. Un portavoce militare locale ha riferito che l’ISIS, ormai, controlla meno del 7% del territorio complessivo dell’Iraq. Il governo iracheno ha calcolato che, non appena finiranno le operazioni a Mosul, l’ISIS verrà eliminato da Salahiddun, Kirkuk e Anbar.

Veicoli blindati dell'esercito iracheno a Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Veicoli blindati dell’esercito iracheno a Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.