L’Iran chiede indagini imparziali sull’attacco chimico in Siria

Pubblicato il 12 aprile 2017 alle 7:32 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Iran vorrebbe che venissero effettuate indagini imparziali sull’attacco chimico del 4 aprile contro Kahn Sheikhoun, in Siria, per verificare l’effettiva colpevolezza del regime siriano.

A tale proposito, nei giorni recenti, il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif, ha colloquiato telefonicamente con il segretario delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, e con le controparti italiana, turca e kuwaitiana, con cui ha discusso sugli ultimi sviluppi in Siria. La proposta delle indagini è stata avanzata domenica dal presidente iraniano, Hassan Rouhani.

La scorsa settimana, almeno 86 persone sono morte in un presunto attacco chimico nella provincia di Idlib, in Siria. Ad avviso dell’opposizione siriana, il regime del presidente Bassar al-Assad è l’unico responsabile dell’attentato, ma, dall’altra parte, Damasco ha respinto le accuse, affermando di non aver mai utilizzato e di non avere intenzione di utilizzare simili armi. In sua difesa, il governo siriano ha riferito che, nel corso dei bombardamenti, un arsenale chimico dei ribelli nascosto è stato colpito, per questo motivo le persone sono soffocate. La Russia, alleata del regime di damasco, ha confermato tale versione.

Nel mentre, l’Iran, un altro alleato di Assad, sta insistendo sulla messa in atto di indagini imparziali per scoprire la verità. Zarif ha colloquiato anche con l’Alto rappresentante dell’UE, Federica Mogherini, e con i ministri degli esteri russo, dell’Oman, siriano ed algerino.

In seguito all’attacco americano contro la base siriana di Sharyat, il 6 aprile, in reazione all’attacco chimico del 4 aprile, Rouhani ha ammonito gli USA, affermando che altri eventuali bombardamenti in Siria metterebbero la regione in “una situazione davvero pericolosa”.

Javad Zarif. Fonte: Wikimedia Commons

Javad Zarif. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.