Corea del Nord, pronta a intervenire contro gli Usa

Pubblicato il 11 aprile 2017 alle 12:28 in Asia Corea del Nord

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Corea del Nord minaccia un attacco nucleare in risposta a qualsiasi segno di attacco preventivo da parte dell’unità della marina militare degli Stati Uniti posizionata nel Pacifico Occidentale. Queste le dichiarazioni dell’agenzia stampa ufficiale della Corea del Nord, martedì 11 aprile.

Le tensioni continuano ad aumentare nella penisola coreana. Pyongyang teme un’azione militare da parte di Washington, soprattutto in seguito all’attacco ordinato da Trump alle basi dell’aviazione siriana di Al-Assad. Gli Usa e la Corea del sud sono invece allarmati che la Corea del Nord possa condurre un test nucleare in occasione della ricorrenza del compleanno del fondatore del regime, il 15 aprile.

Pyongyang è pronta a rispondere a qualsiasi forma di aggressione da parte degli Stati Uniti, ha riportato il Rodong Sinmun, quotidiano ufficiale del regime. “Il nostro forte esercito rivoluzionario sta osservando con attenzione ogni mossa dei nemici e le nostre armi nucleari sono puntate verso le invasive basi degli Stati Uniti situate non solo in Corea del Sud, ma anche nel Pacifico e sul continente americano”, scrive il giornale nordcoreano.

Il presidente ad interim della Corea del Sud, Hwang Kyo-ahn, è preoccupato per le sempre crescenti provocazioni da parte della Corea del Nord e ha ordinato un’intensificazione delle operazioni di monitoraggio dell’esercito e assicurato una maggiore comunicazione con gli Stati Uniti. La Corea del Sud è attualmente in attesa delle elezioni presidenziali che si terranno il 9 maggio, dopo lo scandalo e la condanna ai danni della ex-presidente Park Geun-hye rimossa per corruzione.

Seoul sta cercando di evitare che il panico si diffonda nella penisola, chiedendo alla popolazione di non parlare di crisi di sicurezza o di guerra sui social media. “Vorremmo che ci fosse cautela generale, non dobbiamo essere accecati da dichiarazioni esagerate in merito alla sicurezza della penisola”, ha dichiarato il portavoce della Difesa sudcoreana.

L’anniversario della nascita di Kim Il Sung, fondatore della Corea del Nord e nonno dell’attuale leader maximo, si festeggia sabato 15 aprile. È prevista una parata militare, ma negli ultimi tempi Pyongyang ha spesso marcato le sue feste importanti con test delle sue capacità missilistiche e nucleari, in completa violazione delle risoluzioni Onu.

La presenza della portaerei degli Stati Uniti Carl Vinson e dell’unità d’attacco della marina che l’accompagna a largo delle coste della Corea del Sud rappresentano una minaccia per Pyongyang. Il ministro degli Esteri, secondo quanto riportato dall’agenzia ufficiale KCNA, avrebbe dichiarato che “le mosse degli Stati Uniti per invaderci hanno raggiunto una fase critica. Non supplicheremo per avere la pace, ma intraprenderemo le contromisure più forti per far fronte alle provocazioni e per difenderci da una forza così potente e mantenere la nostra rotta”.

Bandiera della Corea del Nord, Fonte: Wikipedia Commons

Bandiera della Corea del Nord, Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.