I pirati somali dirottano una nave libanese

Pubblicato il 10 aprile 2017 alle 8:59 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il dirottamento di un’altra nave da parte della pirateria somala al largo delle coste del paese, dopo anni di inattività, mette in luce una nuova sfida per il governo.

Sabato 8 aprile i pirati sono saliti a bordo della nave da carico e l’hanno poi abbandonata il giorno successivo prima dell’arrivo delle forze navali, ha dichiarato ad Associated Press, Mohamed Abdirahman, responsabile della formazione delle forze marine del Puntland. Ha poi aggiunto che nessun dirottatore è stato arrestato e che la nave è stata scortata al porto.

L’imbarcazione è stata sequestrata, vicino all’isola di Socotra, che si trova a circa 300 km dalla costa somala e 350 km a sud della Repubblica dello Yemen a cui appartengono, e che l’amministra.

I pirati somali nelle ultime settimane hanno dirottato almeno due imbarcazioni con equipaggi stranieri nelle acque al largo della Somalia e dello Yemen.

Nel mese di marzo, i pirati hanno dirottato una petroliera battente bandiera Comore, segnando il primo sequestro di una nave commerciale di grandi dimensioni dal 2012. In seguito hanno rilasciato l’imbarcazione e l’equipaggio dello Sri Lanka senza condizioni.

All’inizio di questo mese, i pirati somali hanno sequestrato una piccola barca e i suoi 11 membri dell’equipaggio di nazionalità indiana, mentre stavano attraversando lo stretto tra l’isola di Socotra e la costa della Somalia.

La pirateria al largo delle coste somale rappresenta una grave minaccia per l’industria del trasporto marittimo mondiale. In questi ultimi anni tali dirottamenti erano diminuiti, grazie all’impegno delle forze internazionali.

 

Mappa dell'isola di Socotra. Fonte: Wikimedia Commons

Mappa dell’isola di Socotra. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.