Israele e India chiudono un cospicuo contratto d’affari

Pubblicato il 9 aprile 2017 alle 5:59 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’India ha siglato con Israele ciò che è stato descritto “il più grande contratto di difesa” tra i due paesi. New Delhi ha promesso di acquistare quasi 2 trilioni di dollari in armamenti da Israele.

L’affare è stato concluso prima della visita in programma del primo ministro indiano, Narendra Modi, a Tel Aviv che si terrà nel mese di luglio.

La società statale di armi, Israel Aerospace Industries (IAI), fornirà all’India un sistema di difesa avanzato di lanciamissili e tecnologie, nonché missili terra-aria a medio raggio, ha dichiarato la società in un comunicato giovedì 6 marzo.

IAI ha definito l’accordo un “intesa enorme” e ha detto che “tale contratto di difesa può considerarsi il più importante nella storia industriale  israeliana”. La società ha fatto sapere che alcuni componenti della armi saranno assemblati in India, in linea con la spinta di Modi di ridurre la dipendenza e le importazioni costose da altri paesi.

Israele e India hanno rafforzato i loro legami e allargato la loro alleanza strategica. Israele rifornisce armamenti all’India, tra cui missili e droni, ormai da anni.

Lo Stato indiano ha la più grande difesa di importazione del mondo. Il paese ha investito decine di bilioni nell’aggiornamento di attrezzature militari per contrastare le tensioni di lunga data con i rivali regionali di Cina e Pakistan.

Israele, che vede nell’India un partner strategico nella regione, è uno dei maggiori esportatori di armi, per un valore di 6.5 miliardi di dollari solo lo scorso anno.

L’Israel Aerospace Industries (IAI) è il più importante produttore israeliano di mezzi aerei e spaziali per uso militare e civile. Inoltre, IAI  interamente posseduta dal governo di Israele. Sebbene l’attenzione principale della società è per l’aviazione e l’elettronica high-tech, è anche produttrice di sistemi per applicazioni militari terrestri e forze navali. Molti dei suoi prodotti sono utilizzati dalle forze di difesa Israeliane (IDF), mentre altri sono venduti agli eserciti stranieri. L’IAI è membro della prestigiosa organizzazione Trace International and Society of Corporate Compliance and Ethics (SCCE) e organismo meritevole del terzo posto, nel report di aprile 2015 di Transparency International,  tra le aziende che si occupano di difesa, per la sua etica e ai suoi programmi anti-corruzione.

Bandiera di Israele. Fonti: Wikipedia

Bandiera di Israele. Fonti: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.