Somalia: bomba uccide almeno 20 persone

Pubblicato il 8 aprile 2017 alle 9:46 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una bomba ha ucciso almeno venti persone di un minibus a Lower Shabelle, una regione della Somalia. Il governatore della zona ha accusato il gruppo estremista al-Shabaab per l’attacco.

La maggior parte delle vittime erano donne e Abdullahi Nur, funzionario della sicurezza regionale, ha fatto sapere ad Associated Press che altre sei perone sono rimaste ferite.

La bomba era stata sepolta accanto alla strada dove stava passando il veicolo, il quale è stato travolto e distrutto dall’esplosione, ciò è accaduto vicino alla città di Golweyn, ha spiegato Abdullahi. “È un incidente orribile. I corpi sono distesi in una pozza di sangue, e per la gran parte bruciati”, ha affermato.

Nessuno ha ancora rivendicato l’attacco.

Il controllo di al-Shabaab in Somalia si estende su gran parte della zona costiera della regione di Lower Shabelle, area che le forze multinazionali dell’Unione Africana stanno cercando di riconquistare.

Le bombe sono comunemente utilizzati da al-Qaeda, a cui è legato al-Shabaab. I civili sono stati spesso vittime di questo tipo di attacchi nel paese, che vive ormai da molto tempo una situazione caotica.

Attualmente, centinaia di migliaia di somali stanno migrando a causa della siccità che minaccia circa la metà della popolazione composta da 12 milioni di persone.

Il presidente somalo, Mohamed Abdullahi Mohamed, detto Farmajo, che è stato eletto l’8 febbraio di quest’anno, ha promesso di fare della sicurezza una priorità del suo governo che sta cercando di affermarsi non solo nella capitale ma anche nei centri urbani.

Soldati dell'Unione Africana. Fonte: Garowe Online

Soldati dell’Unione Africana. Fonte: Garowe Online

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.