L’Arabia Saudita donerà 584,4 milioni di dollari in aiuti umanitari in Yemen

Pubblicato il 3 aprile 2017 alle 10:13 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Arabia Saudita ha intenzione di fornire 584,4 milioni di dollari sotto forma di aiuti umanitari e assistenza ai cittadini dello Yemen.

Abdullah Al-Rabeeah, direttore del King Salman Center for Relief and Humanitarian Aid, ha riferito che il centro sta sviluppando delle partnership con alcune agenzie internazionali per aiutare i bisognosi in Yemen, in Djibouti e in Etiopia, e sta pianificando di estendere l’assistenza anche ad altri paesi in difficoltà. “Il regno saudita è tra i primi 10 Stati mondiali che hanno fornito il maggior numero di aiuti umanitari alle persone bisognose”, ha spiegato Al-Rabeeah.

Nel corso dei 40 anni passati, l’Arabia Saudita ha speso circa 115 miliardi di dollari in aiuti, distribuiti in più di 90 paesi diversi. Il King Salman Center ha da poco iniziato a lavorare su due ulteriori progetti: uno per combattere la malnutrizione dei bambini e delle donne incinte, e uno per la fornitura di acqua in 15 governatorati yemeniti. Il 22 febbraio, le autorità saudite hanno donato 10 miliardi di dollari allo Yemen, di cui 2 miliardi sono stati forniti alla banca centrale, mentre 8 miliardi sono stati destinati alla ricostruzione delle aree distrutte dagli Houthi.

In Yemen, il numero di progetti destinati all’aiuto dei cittadini è pari a 123, mentre sono 81 i partners internazionali che vi hanno contribuito; 44 iniziative, dal valore complessivo di 238 milioni di dollari, a cui hanno preso parte 24 diversi attori, sono state destinate alla sicurezza, al cibo e alla ricostruzione, portando beneficio a 20 milioni di persone. Il King Salman Center, da solo, ha finanziato 16 progetti dedicati all’educazione, alla protezione familiare e alla ricostruzione, dal valore di 78,17 milioni, mentre altre 53 iniziative per la salute, l’ambiente e la nutrizione hanno raggiunto il valore di 211,48 milioni di dollari.

Dall’inizio del conflitto in Yemen, nel marzo 2015, l’Arabia Saudita ha assemblato una coalizione internazionale per rimuovere gli Houthi e rimettere al suo posto il presidente Hadi, iniziando a bombardare le roccaforti dei ribelli nel paese.  Lo Yemen è lo Stato più povero della regione mediorientale; prima che il conflitto scoppiasse, il paese importava circa il 90% del cibo. Con l’inizio della guerra, l’economia locale è stata gravemente danneggiata, così che la dipendenza dalle importazioni è vertiginosamente aumentata.

Bandiera Arabia Saudita. Fonte: Flickr

Bandiera Arabia Saudita. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.