L’ISIS ha decapitato due uomini per “stregoneria” nella penisola del Sinai

Pubblicato il 30 marzo 2017 alle 6:17 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I militanti dello Stato Islamico nella penisola del Sinai in Egitto hanno postato un video, martedì 28 marzo, in cui vengono decapitati due uomini accusati di essere colpevoli di aver praticato stregoneria.

Il video, che è stato condiviso sulla piattaforma digitale “Telegram” spesso utilizzata dallo Stato Islamico, riprendeva la decapitazione di due uomini anziani in tute arancioni. Uscito da un furgone nero nel deserto, un uomo legge quello che chiama “il verdetto del tribunale della Sharia” ovvero una condanna a morte per apostasia, stregoneria, e induzione al politeismo. Lo Stato Islamico usa questi termini per riferirsi ai seguaci del sufismo, una forma non violenta dell’Islam che utilizza rituali mistici praticati da secoli.

Le decapitazioni sono state riprese dal gruppo di polizia religiosa conosciuto come “Hasbah”, attivo nel nord del Sinai da molti anni. La penisola del Sinai è scarsamente popolata e confina con Israele, Gaza e il Canale di Suez. L’ISIS ha ucciso centinaia di soldati e poliziotti nella penisola dal 2013 da quando la lotta si è intensificata. Il video dimostra che la loro attività sta coinvolgendo sempre più civili.

Inoltre, i militanti sono stati avvistati mentre distribuivano volantini e consigli religiosi agli automobilisti nonché rapinare gruppi di praticanti del sufismo.

Lo Stato Islamico ha istituito simili unità di polizia religiosa anche in Siria e in Iraq. La milizia egiziana ha mostrato di voler espandere i propri bersagli, oltre alle forze di sicurezza e di combattimento ora minaccia anche i civili. La riprova è avvenuta nel dicembre 2016 quando l’ISIS ha bombardato una chiesa confinate con la cattedrale di San Marco del Cairo, principale chiesa copta d’Egitto e sede del Papa copto, uccidendo 28 persone.

Nel febbraio 2017 la milizia ha minacciato i cristiani egiziani, la più grande comunità cristiana del medio oriente, per indurli a lasciare il paese con la minaccia di morte. In tre settimane hanno ucciso sette cristiani provocando l’esodo di 200 famiglie dal Sinai.

Sinai. Fonte: www.shmoop.com

Sinai. Fonte: www.shmoop.com

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.