Francia: un uomo è stato ucciso in un aeroporto dopo che ha tentato di afferrare la pistola di un soldato

Pubblicato il 19 marzo 2017 alle 7:01 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un uomo ha attaccato un soldato all’aeroporto di Orly fuori Parigi ed è stato colpito a morte. Il procuratore ha dichiarato che si sta indagando su un possibile attacco terroristico.

Migliaia di viaggiatori sono stati evacuati e almeno 15 voli sono stati dirottati verso altri aeroporti della città. Nessun altro è rimasto ferito.

La catena di eventi ha avuto inizio quando l’uomo è stato fermato dalla polizia per un controllo di routine alle 06:50 nel sobborgo parigino di Garges-les-Gonesse e ha risposto sparando con una pistola da caccia carica di pallini ed è fuggito. Ha poi rubato un veicolo a Vitry e si e diretto verso l’aeroporto, dove ha aggredito un soldato che insieme ad altri tre colleghi stava pattugliando il luogo nell’ambito “dell’operazione sentinelle”, secondo quanto riportato da Jean-Yves Le Drian, ministro della difesa. Due soldati in risposta a quanto stava accadendo hanno aperto il fuoco e l’hanno ucciso. L’incidente ha ricorda un attacco simile avvenuto a febbraio nei pressi del Louvre. In tal caso l’attentatore, brandendo due lunghi coltelli, ha attaccato i soldati che pattugliavano il museo e le zone limitrofe. Il tutto si concluse con il ferimento di un soldato e dell’aggressore.

L’operazione sentinelle coinvolge 10.000 soldati che si occupano di tenere sotto controllo le aree pubbliche francesi, tra cui aeroporti, grandi attrazioni turistiche, stazioni ferroviarie e altri luoghi ad alto rischio.

La Francia continua ad essere vigile inseguito agli attacchi terroristici di novembre 2015 che hanno ucciso 130 persone, tra cui 89 presso la discoteca Bataclan di Parigi, e un attacco a Nizza lo scorso luglio che ha ucciso 86 persone, che si erano radunata per guardare i fuochi d’artificio.

Orly è uno dei due più grandi aeroporti internazionali nella regione di Parigi.

L’autorità aeroportuale del paese ha dichiarato che la regolare viabilità riprenderà presto a Orly-Ovest, ma che l’altro terminale principale, Orly Sud, rimarrà chiuso in modo che l’ufficio del procuratore possa continuare a condurre le indagini.

Il ministro della difesa francese, Jean-Yves Le Drian. Fonte: Wikimedia Commons

Il ministro della difesa francese, Jean-Yves Le Drian. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.