Israele inserisce nella blacklist il Fondo nazionale palestinese

Pubblicato il 18 marzo 2017 alle 7:03 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Giovedì 16 marzo Israele ha dichiarato il principale organismo finanziario dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina  (OLP) un’organizzazione terroristica.

Il fondo effettua pagamenti mensili a circa 35.000 famiglie palestinesi i cui membri sono rimasti uccisi e feriti nei lunghi di conflitto con Israele. “La decisione di dichiarare il fondo un’organizzazione terroristica deriva dalla sua continua e costante attività nel fornire sostegno a  elementi responsabili di aver commesso gravi atti di terrorismo contro Israele“, ha dichiarato Avigdor Lieberman, ministro della difesa. “A partire da oggi, saranno prese tutte le misure necessarie in Israele e all’estero, al fine di sequestrare e confiscare beni e attività designate, o appartenenti al fondo“, ha aggiunto.

I principali uffici del Fondo nazionale palestinese sono in Giordania, e non è chiaro in che modo verranno attuate tali misure.

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha condannato l’azione, avvenuta dopo che l’inviato degli Stati Uniti, Jason Greenblatt ha incontrato entrambe le parti allo scopo di rilanciare il processo di pace, crollato nel 2014.

Abbas ha definito la mossa israelianaun tentativo di Israele di ostacolare e sabotare gli sforzi degli Stati Uniti” per rilanciare i colloqui di pace. Ha detto che si tratta di una “violazione fondamentale” degli accordi provvisori firmati tra l’OLP e Israele due anni fa, e ha invitato “tutti i paesi del mondo a rifiutare la presente dichiarazione per preservare l’accordo”.

Il “fondo martiri” è stato istituito nel 1967 dall’OLP, il gruppo che rappresenta formalmente tutti i palestinesi. I fondi per le famiglie vengono erogati a diverse migliaia di palestinesi che hanno membri detenuti per presunte attività anti-israeliane, dal lancio di pietre, sparatorie e bombardamenti. Nel 2016 ha avuto un budget di 125 milioni di dollari, secondo il sito web del ministero delle finanze dell’Autorità Palestinese.

Israele sostiene che tale denaro promuova la violenza, e intensifichi l’ondata di attacchi palestinesi che ha avuto inizio nel settembre 2015. Accoltellamenti, lanci e attacchi con  i veicoli sono stati eventi quasi quotidiano per diversi mesi, ma sono diminuiti di recente.

Avigdor Lieberman, ministro della difesa. Fonte: Wikipedia Commons

Avigdor Lieberman, ministro della difesa. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.