La Russia è sospettata di aver inviato soldati e droni in una base aerea in Egitto

Pubblicato il 16 marzo 2017 alle 7:04 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Fonti americane ed egiziane hanno dichiarato che la Russia sembra aver inviato forze speciali e droni in una base aerea in Egitto, vicino al confine con la Libia.

Fonti americane sostengono che la Russia abbia mandato forze speciali e droni nella base aerea di Sidi Barrani a 100 chilometri dal confine Egitto-Libico. Secondo le fonti, l’intento della russia è di sostenere il Generale Khalifa Haftar capo della Libyan National Army (LNA) la quale ha ripreso il controllo dei due porti petroliferi, Ras Lanuf e Es Sider, martedì 14 marzo, dopo che erano stati attaccati dalle Benghazi Defence Brigades (BDB) il 3 marzo 2017.

Molte persone vicine al Generale Haftar hanno accusato il Governo di Accordo Nazione (GNA) di Tripoli, governato da Fayez al-Serraj e sostenuto dalle Nazioni Unite, di supportare le milizie delle BDB. Tuttavia, Il GNA ha condannato gli attacchi, negando ogni coinvolgimento.

Gli Ufficiali statunitensi sostengono che il dispiegamento delle forze speciali russe sul suolo egiziano al confine con la Libia fa parte del piano per sostenere il Generale Khalifa Haftar, in opposizione al governo di al-Serraj.

Inoltre, le fonti americane sostengono di aver visto in segreto le operazioni delle forze speciali russe. Tuttavia, l’intelligence ha dichiarato che è complicato monitorare le attività dell’esercito russo perché le forze militari private e i soldati russi non indossano le uniformi.

Le fonti egiziane hanno rivelato qualche dettaglio in più sostenendo che 22 unità di forze speciali russe sono presenti sul territorio e che la Russia ha utilizzato un’altra base aerea nel febbraio 2017 a Marasa Matrouh, nell’est del paese. Tuttavia, il portavoce dell’esercito egiziano, Tamer al-Rifai, ha respinto le accuse dichiarando che nessun soldato straniero è presente in Egitto.

Mohamed Manfour, comandante della base militare di Benina vicino a Benghazi, ha negato la presenza di militari russi in Libia orientale nonché l’assistenza fornita dalla Russia alle operazioni militari della LNA.

Tuttavia l’agenzia di stampa Reuters dichiara di non poter verificare indipendentemente la presenza di forze speciali russe o di droni in Egitto.

Diversi paesi hanno preso parte al conflitto libico da quando la missione NATO ha spodestato Muammar Gheddafi nel 2011 . Gli Stati Uniti, insieme ad altri paesi occidentali, hanno mandato varie forze speciali in Libia negli anni scorsi. Tuttavia gli Stati Uniti hanno sollevato alcuni dubbi riguardo il ruolo della Russia nel conflitto libico.

Il governo di Tripoli, sostenuto dalle Nazioni Unite, è in opposizione con Haftar. La Russia recentemente ha dialogato con entrambe le parti. Il Ministro degli Esteri, Sergei Lavrov, ha invitato al-Serraj a Mosca per dialogare sulla situazione libica. Tuttavia la Russia sembra appoggiare diplomaticamente Haftar anche dopo che i rapporti con i governi occidentali si sono irrigiditi a seguito dell’intervento russo a sostegno di Bashar al-Assad in Siria.

Base militare russa. Fonte: Wikipedia.

Base militare russa. Fonte: Wikipedia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.