Russia teme probabile attacco della coalizione araba contro il porto di al-Hudaida

Pubblicato il 15 marzo 2017 alle 7:12 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministero degli Esteri russo ha espresso la seria preoccupazione di Mosca per il piano, proposto dalla coalizione araba a guida saudita, di attaccare l’importante porto yemenita di al-Hudaida. I russi temono che le forze della coalizione decidano di interrompere l’ingresso di aiuti umanitari nella capitale Sana’a, che dal settembre 2014 è controllata dai ribelli sciiti filo-iraniani Houthi e dalle milizie fedeli all’ex presidente Saleh.

Bandiera dello Yemen. Fonte: Pixabay

Bandiera dello Yemen. Fonte: Pixabay

Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri russo, ha dichiarato che, qualora la coalizione guidata dai sauditi decidesse di attaccare il porto di al-Hudaida, numerosi residenti civili perderebbero la vita, generando una situazione di caos che potrebbe favorire la proliferazione di organizzazioni terroristiche quali al-Qaeda e ISIS. L’inviato dell’ONU in Yemen per gli affari umanitari ha affermato che l’escalation delle ostilità potrebbe aggravare la disastrosa situazione umanitaria del paese, dove è in atto una drammatica crisi umanitaria.

Zakharova, che denuncia la scarsa attenzione dei paesi occidentali rispetto alla questione yemenita, sottolinea invece il grande interesse occidentale per la crisi siriana, in merito alla quale chiede l’immediata cessazione di tutte le operazioni militari, e l’accesso delle parti coinvolte al tavolo delle trattative, con il supporto dell’inviato speciale delle Nazioni Unite.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.