Mohammad bin Salman Al-Saʿud in visita ufficiale a Washington

Pubblicato il 15 marzo 2017 alle 7:00 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mohammad bin Salman Al-Saʿud, vice-principe ereditario dell’Arabia Saudita, è giunto in visita ufficiale negli Stati Uniti, dove lo attendevano il presidente americano Donald Trump e alti funzionari della Casa Bianca.

Tra gli obiettivi principali dell’incontro, il rafforzamento delle relazioni diplomatiche tra i due paesi e la discussione di questioni regionali di interesse comune.

Re Salman, sovrano dell'Arabia Saudita. Fonte: Flickr/Wikimedia Commons (2013)

Re Salman, sovrano dell’Arabia Saudita. Fonte: Flickr/Wikimedia Commons (2013)

Si tratta del primo incontro ufficiale tra l’Arabia Saudita e gli Stati Uniti dall’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, avvenuto il 20 gennaio 2017.

Il giovane e potente principe, figlio dell’attuale sovrano saudita, auspica di realizzare l’assestamento finanziario e il rilancio economico del Regno saudita. In particolare, l’iniziativa saudita Saudi Vision 2030 mira a promuovere la diversificazione economica all’interno del paese, allentandone la storica dipendenza dal petrolio. Inoltre, l’Arabia Saudita sta puntando sul settore privato per rendere più efficienti le imprese di proprietà statale. Riyad è in procinto di cedere il 5 per cento delle quote azionarie del gigante petrolifero nazionale Saudi Aramco attraverso una delle IPO più prestigiose al mondo.

Nel frattempo, il re Salman bin Abdulaziz si trova in Giappone per il suo tour dell’Asia, teso a stringere legami economici e politico-diplomatici con uno dei principali paesi importatori del greggio saudita, e ad individuare nuove opportunità di investimento.

Dopo aver ricevuto l’incarico presidenziale, Trump ha parlato al telefono con re Salman, il quale avrebbe acconsentito all’eventuale creazione di “safe zones” in Siria.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.