Ministro difesa Pakistan nega invio contingente esercito pachistano in Arabia Saudita

Pubblicato il 15 marzo 2017 alle 16:54 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Khawaja Asif, Ministro della Difesa del Pakistan, ha negato in maniera categorica la notizia, fatta circolare sulla stampa e sui social media, secondo cui alcuni membri del personale dell’esercito pachistano sarebbero stati inviati in Arabia Saudita per assistere il Regno, impegnato dal 26 marzo 2015 nell’intervento militare in Yemen.

L’Arabia Saudita guida una coalizione di Stati arabi, coinvolti nell’operazione Decisive Storm, diretta contro i ribelli sciiti Houthi, i quali hanno deposto con un colpo di stato il Presidente Hadi, costretto alle dimissioni il 22 gennaio 2015. La presidenza di Hadi, riconosciuta dalla comunità internazionale, dirige un governo in esilio con sede nella città portuale meridionale di Aden.

Bandiera del Pakistan. Fonte: Wikimedia

Bandiera del Pakistan. Fonte: Wikimedia

Asif è intervenuto pubblicamente di fronte all’Assemblea Nazionale in risposta a un’interrogazione parlamentare sollevata da Shafqat Mahmood, parlamentare appartenente al partito politico pachistano Pakistan Tehreek-i-Insaf (PTI).

Il Ministro della Difesa ha sottolineato l’estraneità del Pakistan al conflitto in Yemen, spiegando che un’eventuale decisione in tal senso dovrebbe essere sottoposta al vaglio parlamentare. Asif ha inoltre ribadito che, in merito alla questione yemenita, il Pakistan intende assumere un ruolo conciliante e non partigiano.

Secondo quanto riferito dal ministro federale, l’accordo siglato nel 1982 tra il Pakistan e l’Arabia Saudita avrebbe favorito l’ingresso nel Regno di oltre 1.000 pachistani, tra cui tecnici, dottori ed ingegneri, ivi residenti ormai da decenni.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.