Il Messico cita il Costa Rica al WTO

Pubblicato il 15 marzo 2017 alle 7:39 in America Latina Messico

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità messicane hanno denunciato al WTO la decisione costaricana di proibire l’importazione di avocado Hass per motivi fitosanitari.

Il Messico ha denunciato il Costa Rica all’Organizzazione mondiale del commercio (WTO) per violazione dei principi contenuti nell’Accordo sull’applicazione di misure sanitarie e fitosanitarie. Lo ha reso noto il Ministero dell’economia di Città del Messico tramite un comunicato ufficiale.

Gli avocado Hass, al centro della discordia tra Costa Rica e Messico fonte: pixabay.com

Gli avocado Hass, al centro della discordia tra Costa Rica e Messico fonte: pixabay.com

Nel 2014 il governo di San José aveva deciso di proibire l’importazione di avocado dal Messico, perché avrebbe potuto provocare un contagio del viroide sunblotch (ASBV – Avocado Sunblotch Viroid). Il divieto riguardava anche le produzioni di Australia, Spagna, Guatemala, Venezuela, Ghana, Israele, Sudafrica e Florida. A seguito del bando il prezzo medio dell’avocado in Costa Rica è aumentato da 1,9 a 8 dollari, posto che il paese produce il 10% del consumo nazionale e importa il restante 90% da Perù, Cile e Nicaragua.

Dopo due anni di trattative giunte a un punto morto, il governo messicano ha fatto ricorso al WTO in quanto lo studio utilizzato dal Costa Rica per giustificare la proibizione non rispetterebbe i criteri tecnico-scientifici richiesti dall’organizzazione.

Il Messico ha mantenuto negoziati a livello tecnico e sanitario con il Costa Rica in diversi fori internazionali, WTO incluso – si legge nel documento del Ministero dell’economia messicano – purtroppo tali negoziati non hanno portato alla revisione della decisione costaricana di bandire l’importazione di avocado Hass dal Messico. Il governo messicano ha deciso pertanto di iniziare un procedimento formale di soluzione dei conflitti presso l’Organizzazione mondiale del commercio.

Il Messico è il principale produttore mondiale di avocado e la specie Hass è il gioiello della produzione ortofrutticola del paese. Il Costa Rica, prima del bando, acquistava appena l’1% degli 1,1 milioni di tonnellate di avocado esportati ogni anno dal Messico. Le autorità messicane, tuttavia, ritengono che la proibizione danneggi l’immagine di un prodotto simbolo e temono che altri paesi decidano di seguire l’esempio di San José.

Il governo costaricano ha ora 10 giorni per rispondere e 30 giorni per riprendere le trattative. In caso di negativa, il WTO stabilirà la regolarità o meno del divieto costaricano e le eventuali misure da prendere.

Il Ministero del commercio estero del paese centroamericano ha tuttavia già reso noto che non intende revocare il bando nonostante la denuncia – ha assicurato il funzionario del ministero Alexánder Mora alla stampa locale. Il Ministro Arauz ha confermato la decisione di mantenere in vigore la misura per proteggere il paese dal viroide sunblotch e salvaguardare la qualità degli avocado prodotti in Costa Rica.

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.