Compagnia militare privata russa ha svolto una missione in Libia

Pubblicato il 14 marzo 2017 alle 7:11 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il capo di una compagnia militare privata russa ha dichiarato che un’unità di diverse decine di soldati è stata operativa nel febbraio 2017 in un’area della Libia orientale sotto il controllo del Generale Khalifa Haftar.

Il proprietario dell’impresa militare privata RSB-Group, Oleg Krinitsyn, ha dichiarato in un’intervista a Reuters di aver mandato soldati privati in Libia lo scorso anno per svolgere una missione che è terminata a febbraio 2017. Il compito della missione era di rimuovere alcune mine da un impianto industriale situato vicino la città di Benghazi, in un’area in cui Haftar aveva scacciato le milizie dell’ISIS.

Secondo il capo della ditta, la presenza di militari privati era stata stipulata da un accordo commerciale che non sarebbe stato possibile effettuare senza un’approvazione da parte del governo russo.

Nell’intervista rilasciata a Reuters, Oleg Krinitsyn si è rifiutato di rilasciare informazioni riguardo chi ha pagato la compagnia, dove hanno operato o che tipo di impianto industriale è stato liberato dalle mine. Inoltre Krinitsyn non ha detto se l’operazione è stata approvata dal governo di al-Serraj, sostenuto dalle Nazioni Unite.

Alla domanda se la missione fosse stata organizzata dal governo di Mosca, Krinitsyn ha risposto che la compagnia non ha lavorato con il Ministero della Difesa Russo ma c’è stata una “consultazione” con il Ministro degli Esteri.

Krinitsyn ha assicurato che i soldati privati non hanno preso parte ai combattimenti ed erano pronti a tornare in Russia non appena fossero stati attaccati, tuttavia ha aggiunto che, per misure di sicurezza e prevenzione, i soldati erano equipaggiati con armi ottenute in Libia.

L’ONU ha imposto l’embargo sulle armi in Libia, rendendo illegale qualsiasi vendita o trasporto di armi all’interno del paese, a meno che non sia sotto il controllo del governo sostenuto dalle Nazioni Unite.

Militari e ufficiali del governo di Tobruk hanno dichiarato di non essere a conoscenza della presenza di militari privati. Haftar ha preferito non pronunciarsi in merito. Anche gli ufficiali del governo di al-Serraj non sono stati reperibili per commentare il fatto. Tuttavia il Ministro degli Esteri russo ha dichiarato che sta lavorando per ottenere maggiori informazioni per poter rilasciare una risposta adeguata alle domande poste dall’agenzia di stampa Reuters.

La Russia ha già utilizzato in precedenza alcune compagnie militari private. In Siria sono state utilizzate in congiunzione con le forze regolari russe e con le forze alleate, secondo alcune fonti dell’agenzia di stampa Reuters. Tuttavia Mosca non ha ammesso il coinvolgimento di agenzie private militari in Siria.

Il presidente Putin è intenzionato a ristabilire la pace in Libia, tuttavia, secondo alcuni diplomatici stranieri che collaborano con il governo russo, l’accordo di pace è ancora lontano dall’essere stipulato. Secondo i diplomatici, il Ministro degli Esteri spinge per creare un accordo tra Haftar e il governo di al-Serraj, mentre il Ministro della Difesa e altri esponenti del Cremlino sono più a favore di un controllo totale della Libia sotto il Generale Haftar.

Compagnia militare privata. Fonte: Wikimedia Commons

Compagnia militare privata. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.