Iran: effettuato con successo test missile balistico “Hormuz 2”

Pubblicato il 10 marzo 2017 alle 17:39 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un alto comandante delle forze armate iraniane ha confermato che la Repubblica Islamica ha effettuato con successo il test del missile balistico Hormuz-2.

Secondo quanto riferito dal Brigadiere Generale Amir Ali Hajizadeh, Comandante della Divisione Aerospaziale della Guardia Rivoluzionaria Islamica (Islamic Revolution Guards Corps – IRGC), il missile balistico Hormuz-2, lanciato questa settimana, ha colpito e distrutto un bersaglio posto a 250 chilometri di distanza.

Bandiera ufficiale dell'Iran. Fonte: ISIRI (18 giugno 2012)

Bandiera ufficiale dell’Iran. Fonte: ISIRI (18 giugno 2012)

L’Hormuz-2 è un missile balistico per attacchi navali. Con una portata di quasi 300 chilometri, è in grado di colpire con elevata precisione obiettivi mobili che operano nello spazio marittimo. Le caratteristiche fisiche del missile sono simili a quelle del missile anti-nave Khalij-e-Fars (“Golfo Persico”).

Il Brigadiere Generale Hossein Dehqan, Ministro della Difesa iraniano, ha fatto sapere che il potere difensivo militare dell’Iran è tale da poter cogliere di sorpresa i nemici in caso di aggressione contro la Repubblica Islamica. Il giorno precedente alla dichiarazione di Dehqan, l’Iran ha testato con successo il sistema di difesa missilistica, acquistato dai russi, che impiega il missile superficie-aria S-300.

A test effettuato, il Brigadiere Generale Farzad Esmaili, al comando della base di difesa aerea Khatam al-Anbiya, ha affermato che il paese progetterà e produrrà una versione “autoctona” del sistema S-300, chiamata Bavar-373.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.