Operazioni anti-terrorismo nelle province afghane: uccisi almeno 64 militanti

Pubblicato il 9 marzo 2017 alle 17:06 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministero della Difesa (MoD) dell’Afghanistan ha riferito che, nelle ultime 24 ore, almeno 64 militanti, tra cui cittadini iraniani e pachistani, sarebbero rimasti uccisi a seguito delle operazioni anti-terrorismo compiute dalle forze armate afghane in numerose province del paese.

Secondo quanto dichiarato dal MoD, almeno 4 cittadini pachistani e 2 iraniani, affiliati a gruppi terroristici armati, sarebbero stati uccisi durante le recenti operazioni anti-terrorismo e di “pulizia”dei terroristi, condotte con il supporto delle forze aeree afghane e delle unità di artiglieria dell’esercito afghano nelle province di Laghman, Kapisa, Maidan Wardak, Paktia, Khost, Kandahar, Zabul, Uruzgan, Badghis, Herat, Baghlan e Helmand.

Bandiera dell'Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

Bandiera dell’Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

Almeno 28 militanti, tra cui il comandante locale del gruppo Qari Kamran, originario del Pakistan, e due iraniani, sarebbero stati uccisi nei quartieri di Lashkargah e Nad-e-Ali nel corso di un’operazione. Il Ministero afghano ha aggiunto che 6 militanti sarebbero stati feriti e che le forze afghane dovrebbero aver sequestrato un veicolo, quattro fucili Ak-47, ordigni esplosivi improvvisati e ulteriore materiale esplosivo.

Circa 19 militanti sarebbero stati uccisi, altri 17 feriti, e 3 veicoli sarebbero stati distrutti durante le operazioni nei quartieri di Dahan-e-Ghori e Baghlan-e-Markazi, situati nella provincia afghana settentrionale di Baghlan. Inoltre, 8 combattenti sarebbero stati uccisi e un altro militante sarebbe rimasto ferito in una specifica operazione, avvenuta nell’area di Zurmat, nella provincia di Paktia.

Il MoD ha fatto sapere che almeno 4 militanti sarebbero stati uccisi e un altro militante sarebbe rimasto ferito in un’ulteriore operazione, condotta nel quartiere Nish di Kandahar.

Nel quartiere Andar della provincia sudorientale di Ghazni, almeno 3 militanti sarebbero stati uccisi e altri 9 feriti. Il MoD afghano ha spiegato che le operazioni svolte nelle province di Uruzgan e Kapisa hanno portato alla morte di 2 militanti e il ferimento di molti altri combattenti.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.