Mosul: l’ISIS sta utilizzando droni per colpire l’esercito iracheno

Pubblicato il 26 febbraio 2017 alle 8:43 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Al Arabiya English ha riportato che Amaq News, agenzia di stampa semi-ufficiale dell’ISIS, ha rilasciato un nuovo video in cui viene mostrato un drone del gruppo terroristico che colpisce un carro armato iracheno.

Con tale filmato, lo Stato Islamico vuole mostrare di essere in possesso di armi da guerra moderne e sofisticate. L’attacco è avvenuto in un luogo non identificato vicino Mosul, dove sono in corso le operazioni dell’esercito iracheno e della coalizione internazionale guidata dagli USA per riprendere il controllo della città. Un commando iracheno ha riferito che le forze speciali stanno penetrando nella parte ovest di Mosul, affrontando una feroce resistenza da parte dei jihadisti. Il Generale Abdul-Wahab al-Saadi ha spiegato che i soldati si muovono molto lentamente e che i terroristi stanno attaccando con autobombe, cecchini appostati sui tetti delle abitazioni e decine di droni armati, i quali stanno interrompendo il ritmo delle operazioni di terra causando molti feriti.

La polizia irachena ha reso noto che l’autostrada che porta da Mosul a Baghdad è stata cosparsa di fosse comuni, dove i militanti dell’ISIS hanno seppellito circa 4000 corpi. Secondo quanto riportato dai cittadini della zona, i morti ritrovati facevano parte del personale di sicurezza iracheno ucciso dallo Stato Islamico dopo la presa di Mosul, nel 2014. Un testimone ha spiegato che circa 2000 individui, tra poliziotti e soldati, sono stati assassinati tutti nello stesso giorno.

Le forze irachene hanno liberato definitivamente la zona est di Mosul lo scorso gennaio, dopo 3 mesi di duri combattimenti contro i jihadisti. Venerdì, i soldati sono riusciti a entrare nelle vicinanze della zona ovest della città. La liberazione di Mosul segnerebbe uno step decisivo del piano delle forze irachene di riappropriarsi dei rimanenti territori sotto il controllo dell’ISIS.

Drone da guerra. Fonte: Wikimedia Commons

Drone da guerra. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.