Il ministro dei trasporti iraniano sotto processo per impeachment

Pubblicato il 19 febbraio 2017 alle 15:11 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il processo per corruzione che vede indagato il ministro dei trasporti e dello sviluppo urbanistico iraniano, Abbas Akhnoundi, ha preso avvio, questa mattina, nell’Assemblea Consultiva Iraniana.
Il ministro è accusato di irresponsabilità e attività illegali collegate a due incidenti mortali.  Nel primo incidente, due treni si scontrarono vicino alla città di Semnan, nel centro-nord del paese, nel novembre del 2007. Nel secondo, avvenuto nell’agosto del 2014, morirono 40 passeggeri su 48 per via di un incidente aereo.

Il Parlamento Iraniano, Majles, ufficialmente chiamato Assemblea consultiva islamica. Fonte: Dagospia.

Il Parlamento Iraniano, Majles, ufficialmente chiamato Assemblea consultiva islamica. Fonte: Dagospia.

Secondo la legge dell’Assemblea Consultiva Iraniana, i parlamentari favorevoli o contrari all’impeachment, dovranno elaborare il proprio parere sulle azioni di Akhnoundi in due ore, poi il ministro dei trasporti e il presidente avranno altre tre ore per proseguire il processo, portando prove e testimonianze. Infine, i legislatori esprimeranno il proprio voto favorevole o contrario. Se il ministro non sarà in grado di ottenere la fiducia dalla maggioranza dei parlamentari, sarà rimosso dal suo incarico.

Akhoundi, già precedentemente ministro per lo sviluppo abitativo e urbano nel 1993, è stato nominato ministro dei trasporti e dello sviluppo urbano dal nuovo presidente Hassan Rouhani, in carica dal 2013.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.